A3, lavori lumaca e traffico in tilt

Disagi per gli automobilisti: un’ora per andare da Cava a Salerno. Situazione esplosiva nei weekend, ripercussioni anche in tangenziale

0
197

Lunghe code di mezzi sull’autostrada tra Cava de’ Tirreni e Salerno in direzione nord e sud. Non è solo colpa dei vacanzieri e del rientro dai weekend: sulla vecchia A3 Salerno/Pompei/Napoli sono in corso, da mesi oramai, una serie di lavori che minano la tranquilla percorribilità dell’arteria stradale.
La mappa dei disagi comprende una serie di attività di manutenzione e di controllo dei cavalcavia autostradali che restringono la carreggiata a una corsia, determinando inevitabili ripercussioni sul traffico.
In direzione Sud, il primo cantiere è quello che interessa il cavalcavia autostradale di via Carlo Santoro nel comune di Cava de’ Tirreni. I lavori iniziarono lo scorso mese di marzo; stando alle intenzioni iniziali, sarebbero dovuti durare tre mesi. Un’ordinanza di quindici giorni fa proroga la durata dei lavori fino a oggi. Ma i lavori sono ancora in corso e nulla lascia presagire la chiusura del cantiere nelle prossime ore. Poi c’è la manutenzione del viadotto Rotolo (prorogata fino a oggi). Tempi più lunghi per i lavori in programma al viadotto Caiafa: per manutenzione straordinaria del ponte, la cantierizzazione sarà rimossa non prima del 30 luglio prossimo.
Un mix esplosivo di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che di fatto paralizzano il traffico tutti i giorni, specie negli orari di punta.
Nei giorni scorsi le code di veicoli sono arrivate quasi fino al casello di Nocera Inferiore in direzione Sud. Nelle ore di punta ci vuole quasi un’ora per arrivare da Salerno a Cava e viceversa. Gli automobilisti sono esasperati per i numerosi disagi. Gravi le ripercussioni sul traffico della tangenziale e del centro città a Salerno in direzione Nord.
Lo scenario diventa drammatico, poi, in vista del weekend: a partire dal venerdì un lungo serpentone di mezzi si snoda lungo le curve dell’A3 Napoli-Pompei-Salerno, rendendo di fatto impossibile la vita anche ai tanti pendolari. Ai lavoratori e agli spostamenti quotidiani, infatti, si aggiungono quelli dei vacanzieri e la segnaletica studiata per i cantieri di certo non aiuta gli automobilisti.
I numerosi cantieri che si susseguono lungo l’autostrada oramai a estate inoltrata non sono certo un fiore all’occhiello per un territorio che ha una forte vocazione turistica. Considerevole, inoltre, l’inquinamento prodotto dal serpentone di auto nei pressi dello svincolo di Cava de’ Tirreni, dove il traffico si intensifica, specie nei weekend.
Edmondo Cirielli nei giorni scorsi ha preannunciato un’interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli e al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, proprio per chiedere delucidazioni in merito ai lavori che riguardano i tratti dell’autostrada che ricadono sui comuni di Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare.
«Chiederò al ministro De Micheli di sapere come mai il cantiere durante il weekend rimane chiuso e se sussiste la possibilità di velocizzare i lavori» – ha detto Cirielli.
Le chiusure notturne. Ai cantieri ordinari va aggiunto il disagio di non poco conto delle chiusure notturne del tratto Cava de’ Tirreni-Salerno per le attività di ispezione alle gallerie Castello e Iannone. Per consentire tali lavori, l’autostrada resterà chiusa ancora domani sera dalle 21 alle 6 verso Salerno; mercoledì e giovedì dalle 21 alle 6 verso Napoli e Salerno e venerdì 3 e sabato 4 luglio dalle 22 alle 6 in entrambe le direzioni.

(Dal Quotidiano del Sud di Salerno-L’ALTRAVOCE della tua Città)