Abusi sessuali in famiglia, 4 arresti nel Salernitano

L'operazione coordinata dalla Procura di Salerno. La minorenne, violentata per più di un anno dal padre, dalla matrigna, da un fratellastro e dalla moglie di quest'ultimo, trovata in un grave stato di denutrizione

0
403

Uno scenario da incubo, un inferno familiare: una ragazza minorenne residente a Tramonti, piccolo centro dei Lattari, tra l’Agro sarnese – nocerino e la Costiera amalfitana, sarebbe stata abusata dal padre e dalla matrigna per almeno un anno, e alle violenze avrebbero preso parte anche il fratellastro della minorenne e la moglie di quest’ultimo. E’ una storia di straordinario degrado fisico e morale, quella raccontata dalle carte di un’inchiesta della procura della Repubblica di Salerno, che ha portato all’esecuzione di quattro misure cautelari: in carcere per il 67enne padre della ragazza, ai domiciliari per gli altri tre familiari. Questa mattina, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Salerno, in collaborazione con i loro colleghi del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e dalla Compagnia di Amalfi, su ordine del gip del Tribunale di Salerno, hanno eseguito le quattro ordinanze di misura cautelare. Le indagini sono iniziate nel 2017 per il reato di maltrattamenti in famiglia: era emerso infatti che la giovanissima vittima fosse costretta a vivere in condizioni di abbandono materiale e morale. I genitori la picchiavano anche per futili motivi, la costringevano a pulire la casa e ad accudire la sorellina più piccola. Dai successivi approfondimenti è emerso anzitutto uno stato di denutrizione della ragazza, e poi gli abusi sessuali maturati nell’ambito familiare. Abusi che non sarebbero stati commessi invece nei confronti della sorellina. Massimo il riserbo delle forze dell’ordine sulla vicenda.