Accoltellata dal suo ex: resta in prognosi riservata

Una coltellata al cuore perché non si rassegnava alla fine della loro storia d'amore. L'uomo, un 64enne di Pontecagnano, è stato arrestato: aveva precedenti per stalking

0
1813

Sta meglio ma resta in prognosi riservata la 38enne accoltellata ieri sera a Salerno dal suo ex. Il bollettino medico diramato dall’azienda ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” in tarda mattinata dice che, appena giunta al nosocomio, “la donna era in midriasi e shock cardiogeno da emopericardio per ferita da arma bianca in regione parasternale sinistra”. Una volta in sala operatoria, alla donna “è stato ricucito il ventricolo destro lacerato dalla punta del coltello oltre al pericardio”.
“La paziente – si legge nella nota diramata dall’Azienda ospedaliera – è vigile, ben contattabile, in assenza di danni neurologici evidenti, in respiro spontaneo”.

Il fatto. Non si era rassegnato alla fine della loro storia e ha deciso di vendicarsi accoltellandola. Un uomo originario di Pontecagnano ha aspettato la sua ex amante questa sera a Salerno, in via Generale Clark, e le ha sferrato una pugnalata all’altezza del cuore. L’uomo è un 64enne infermiere; la donna, una 38enne rumena.
Pare che al momento dell’accoltellamento, la donna fosse in compagnia di un altro uomo. Tutto è accaduto intorno alle 18.30 del lunedì in Albis nella zona orientale di Salerno.
I due erano da poco usciti da una relazione di cinque anni, finita per volontà di lei. Pare che si trattasse di una relazione extraconiugale. Stando alle prime indiscrezioni, pare che la furia del 64enne si sarebbe scatenata dopo aver visto la sua ex in auto con un altro uomo. Il 64enne avrebbe bloccato la macchina e si sarebbe introdotto nell’abitacolo, cominciando a sferrare coltellate alla donna. Un militare dell’Arma non in servizio avrebbe bloccato l’uomo e chiamato i rinforzi.
L’aggressore, già noto per precedenti di stalking nei confronti di un’altra donna, è stato bloccato da una pattuglia dei carabinieri agli ordini del tenente Bartolo Taglietti.