Alessio Cerci telenovela dell’estate granata

Il calciatore, svincolatosi dopo l'esperienza in Turchia, vorrebbe giocare a Salerno con Ventura, allenatore che è riuscito in passato a farlo esprimere a livelli altissimi. Lo scoglio resta l'ingaggio del calciatore romano, che chiede un contratto da 500 mila euro a stagione

0
122
Alessio Cerci

Cerci si, Cerci no. La trattativa con l’esterno ex Torino rischia di diventare la telenovela dell’estate a tinte granata. Il calciatore svincolatosi dopo l’esperienza in Turchia, vuole tornare a giocare in Italia, in una piazza che possa rilanciarlo dopo diverse stagioni in chiaroscuro. Salerno in questo senso potrebbe rappresentare la situazione ideale per Cerci, che ritroverebbe anche uno dei tecnici che è riuscito di più a farlo esprimere su livelli altissimi. Dall’altra parte Giampiero Ventura non vede l’ora di poterlo riabbracciare, e di avere a disposizione un esterno che possa fare la differenza in questa categoria. Lo scoglio, però, resta l’ingaggio del calciatore romano, che chiede un contratto da 500 mila euro a stagione. Cifre importanti, su cui la Salernitana sta meditando, per evitare di ricommettere gli errori fatti in passato, vedi per esempio la situazione Rosina. Anche qui, con l’ex Zenit ci fu una trattativa lunga ed articolata, e alla fine il club granata, per venire incontro alle richieste del fantasista calabrese, fu costretto a dover spalmare l’ingaggio con un contratto pluriennale. La storia recente, poi, la conoscete tutti, con Rosina ancora tesserato della Salernitana, non convocato per il ritiro di San Gregorio Magno, e in attesa di poter formalizzare la cessione. Tornando a Cerci, la distanza tra domanda e offerta non è ampia, quindi basterebbe un minimo sforzo per riuscire ad accontentare il calciatore e di conseguenza anche il tecnico Ventura che lo ha richiesto. Ma la Salernitana per le corsie esterne non tratta solo Cerci, perché è partito l’assalto anche al giovane Sofian Kiyine. Il marocchino, che ha già vestito in passato la maglia della Salernitana, potrebbe tornare in granata, magari grazie all’apporto della Lazio. Il Chievo Verona, proprietario del cartellino, non sta vivendo un buon periodo e potrebbe privarsi del talento nato in Belgio, che Ventura conosce bene per averlo avuto alle sue dipendente proprio nella brevissima e deludente parentesi con i clivensi.