Nocera, intervento neurochirurgico d’eccellenza

All'ospedale Umberto I medici hanno asportato un tumore con una tecnica innovativa che ha consentito al paziente di essere sveglio e collaborativo durante l'operazione

0
109

Intervento chirurgico di eccellenza all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. I neurochirurghi del nosocomio nocerino hanno asportato una massa tumorale al cervello di circa 8 centimetri tenendo sveglio il paziente, un insegnante napoletano di 30 anni. L’intervento è stato realizzato nella giornata di ieri dall’equipe del primario neurochirurgo Michele Carandente. I sanitari hanno utilizzato l’innovativa tecnica – definita “awake craniotomy” – per preservare l’area della parola. Il paziente durante l’operazione, durata circa 4 ore, è stato sveglio e collaborativo. L’intervento ha permesso di asportare completamente la massa con l’ausilio del monitoraggio neuromotorio, al fine di ridurre al minimo eventuali lesioni. Al termine dell’operazione il 30enne è rientrato in reparto. Insieme al primario Michele Carandente, hanno operato i suoi collaboratori Agostino Bosone e Giovanni D’Onofrio; la componente anestesiologica, la cui unità operativa è diretta dal primario Mario Iannotti, è stata affidata al dottor Domenico Carbone e agli infermieri del complesso operatorio Francesca Russo, Annamaria Scola e Francesca Carmine Ventura.