L’argentino Almendra sempre più vicino all’azzurro

De Laurentiis su Insigne: "Ha sempre dimostrato un lato un grande attaccamento alla maglia, se poi questa grande responsabilità di essere anche napoletano gli ha giocato nel passato e gli potrebbe giocare nel futuro una idiosincrasia con quei tifosi, che dico che non sono tifosi, non posso certo obbligarlo a rimanere suo malgrado".

0
195

Il Napoli è sempre più vicino al giovane centrocampista del Boca Junior Augustin Almendra. Secondo indiscrezioni che rimbalzano dall’Argentina, riportate anche sul portale Diario Olè, il giocatore è ormai ad un passo dalla firma con il club partenopeo, per una cifra vicina ai 18 milioni di dollari. Le parti hanno trovato un accordo, con gli argentini che chiedevano circa 20 milioni di dollari, ed il Napoli che era fermo sulle sue posizioni. A metà strada i due club hanno formalizzato l’operazione, che sarà ufficializzata solo dopo il Mondiale Sub20 che si disputerà questa estate, e che vedrà il talento del Boca giocare con la fascia di capitano dell’Argentina. La famiglia del centrocampista ha lasciato intendere che il trasferimento è ormai cosa fatta, con alcuni piccoli indizi che collegano Almendra al Napoli. Intanto oggi il presidente De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine del forum organizzato dal Corriere dello Sport, dal titolo: Il Calcio che Vogliamo. Il patron azzurro ha toccato diversi argomenti e tra questi anche quello legato a Ronaldo. “Cristiano Ronaldo è forte perché ha sostituito in questo campionato l’allenatore perché in questi anni più di quello che ha fatto non poteva fare. Il motivatore vero è Ronaldo, è lui l’uomo spogliatoio”. Sempre sul fenomeno portoghese della Juve, De Laurentiis ha detto: “Ronaldo è un rimpianto? Io non me lo posso permettere. I miei genitori mi hanno sempre insegnato che uno deve fare il passo secondo la propria gamba. Io non devo dimostrare niente a nessuno perché nella mia vita ho sempre avuto successo, dall’età di 25 anni quando feci il mio primo film”. Sul capitano azzurro Lorenzo Insigne: “Insigne giocherà nel Napoli la prossima stagione? Insigne mi risulta che sia un giocatore del Napoli, è napoletano. Poi lui ha sempre dimostrato un lato un grande attaccamento alla maglia, se poi questa grande responsabilità di essere anche napoletano gli ha giocato nel passato e gli potrebbe giocare nel futuro una idiosincrasia con quei tifosi, che dico che non sono tifosi, non posso certo obbligarlo a rimanere suo malgrado. Lui più volte, quattro anni fa o sei anni fa, mi ha chiesto di andare via perché non si sentiva amato. Me l’ha anche chiesto prima dell’incontro chiarificatore con Mino Raiola”.