Alternativa alla Statale 18, Cuofano scrive a Strianese

I lavori per la strada definita slocca-Agro, che andrebbe a ricongiungersi con l'A30 a Castel San Giorgio, non sono partiti: "Il grande impegno rischia di essere vanificato in quanto ad oggi i lavori, sebbene da tempo annunciati, non sono stati neppure avviati" - scrive Cuofano

0
244

«Caro Presidente, con sommo dispiacere ti scrivo, nella mia qualità di Sindaco, per denunciare l’estrema lentezza e farraginosità con la quale si continua a gestire il procedimento afferente i lavori relativi alla viabilità alternativa alla Statale 18». Così il sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano, scrive al presidente della Provincia, Michele Strianese, una lettera-appello.
Il sindaco di Nocera Superiore prova a scuotere gli uffici della Provincia per chiedere l’avvio a stretto giro dei lavori per una strada alternativa alla Statale 18. La strada – definita più volte sblocca-Agro – sarebbe un’alternativa alla trafficatissima statale e andrebbe ad annodarsi con l’A30 a Castel San Giorgio. Il progetto generale, ad oggi realizzato all’80%, interessa i Comuni di Nocera Superiore, Cava de’ Tirreni, Roccapiemonte, Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Pagani, S.Egidio del Monte Albino, San Marzano sul Sarno, Angri e Scafati.
«Il grande impegno profuso per non perdere le somme assegnate rischia di essere vanificato in quanto ad oggi i lavori, sebbene da tempo annunciati, non sono stati neppure avviati – ha scritto Cuofano – Pertanto avendo, ad oggi, registrato che nulla è stato ancora fatto, ti invito, nella tua qualità di Presidente, e dunque quale organo deputato a curare l’interesse dei territori e dei cittadini, a voler assicurare la massima attenzione su tale questione al fine di risolvere definitivamente ogni disagio dei cittadini».