“Ami | Cetara”, al via il cartellone di appuntamenti estivi

Parte sabato il cartellone di appuntamenti estivi nel centro della Costiera amalfitana. La rassegna è organizzata dall'associazione culturale AmbientArti in collaborazione con l'assessorato alla cultura.

0
189

Con la rassegna “AMI | CETARA – ARTE, MARE, INCONTRI”, si aprirà ufficialmente il cartellone estivo di appuntamenti a Cetara, il prossimo sabato 22 Giugno, alle 21, nella suggestiva cornice della Torre Vicereale.
Ideata e costruita dall’Associazione culturale ambientArti, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Cetara, rappresentato da Angela Speranza, l’iniziativa nasce con l’esigenza di raccontare il genius del borgo costiero, riconosciuto come una delle gemme più preziose del Sud Italia, per l’incantevole scenario, dove si incontrano paesaggio e gastronomia d’eccellenza.
“AMI è un gioco di parole facilmente intuibile. Un acronimo scelto per un progetto che affonda le radici nell’amore verso il territorio, raffigurato nel legame con il mare. Sempre di più sotto i riflettori, non solo per i suoi luoghi splendidi, ma anche per la pesca delle alici, con la colatura DOP, Cetara è diventata sinonimo di garanzia” – racconta Alessia Benincasa, Presidente dell’associazione ambientArti, nonché figlia dell’illustre cetarese Mario Benincasa che ha, così, realizzato il programma. “Siccome ho sempre pensato alla cultura come un sistema di simboli mediati dal linguaggio, AMI | CETARA è proprio questo. Un’esca per chi vorrà seguirci. Un racconto, scritto con amore”.
In una serie di racconti raffinati, ma diretti e sinceri, volti a valorizzare i luoghi che li accolgono, la rassegna intende promuovere due modi di fare cultura, tra “colta” e “popolare”, in un connubio perfetto.
“AMI | CETARA è l’espressione viva di alchimie relazionali, che si concretizzano in luoghi dal fascino storico e ambientale, come il nostro paese con la sua Torre Vicereale” – spiega Angela Speranza, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Cetara. “Un contenitore di voci che, talvolta, riescono a leggere il mondo anche al contrario, suggerendo punti di vista diversi e, sicuramente, coinvolgenti”.
Ad inaugurare la rassegna di incontri sarà Franco Arminio, poeta, scrittore e regista italiano, autodefinitosi come «paesologo», che torna con una nuova raccolta di poesie dal titolo “Resteranno i canti” (pubblicata da Bompiani), con la quale si conferma una delle voci più interessanti della contemporaneità.
Documentarista e animatore di battaglie civili, si è battuto, ad esempio, contro l’installazione delle discariche in Alta Irpinia e contro la chiusura dell’ospedale di Bisaccia. Nel 2009, con “Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia”, ha vinto il Premio Napoli. Roberto Saviano lo ha definito «uno dei poeti più importanti di questo paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto e ciò che ha generato», citando un suo passo: “Venticinque anni dopo il terremoto dei morti sarà rimasto poco. Dei vivi ancora meno”. Il 29 novembre 2010, lo stesso Saviano legge una poesia di Arminio, in prima serata su Rai 3, durante la quarta e ultima puntata di Vieni via con me, nel corso di un monologo sul terremoto dell’Aquila, del 2009.
Realizzato in partnership con il circolo Arci “Marea” di Salerno, sabato 22 giugno, a partire dalle 21, in dialogo con Arminio ci sarà Paolo Battista, regista indipendente e sceneggiatore.
All’interno della Torre Vicereale di Cetara, inoltre, saranno proiettate immagini e scatti di Elio Di Pace, regista e direttore della fotografia, il cui sguardo intenso e nostalgico sul paesaggio, caratterizzano la sua cinematografia. La recente partecipazione al Festival del Cinema di Cannes, con l’opera corale “La Chimera”, un corto di venti minuti sulle vele di Scampia, gli è valsa il plauso unanime della critica.
L’evento è comprensivo di un percorso enogastronomico, tra le eccellenze della Costiera Amalfitana, con degustazione di prodotti tipici e specialità.
Con il prossimo appuntamento, sabato 6 luglio, alle 21, vedremo esibirsi il duo “EbbaneSis”, composto da Viviana & Serena, il fenomeno social-musicale dell’anno, in concerto all’Anfiteatro naturale di Piazza San Francesco, a Cetara.
A chiudere la rassegna, mercoledì 17 luglio, dalle 21, sul Terrazzo panoramico della Torre Vicereale, sarà una serata di “Omaggio a Bruno Lauzi”, in un talk musicale, alla scoperta di uno dei più grandi autori italiani. A cura di Alfonso Amendola, docente di Sociologia degli Audiovisivi Sperimentali e Sociologia dello Spettacolo Multimediale all’Università degli Studi di Salerno, con Ileana Mottola, una delle voci più notevoli del panorama jazz italiano.