Angri, area Pip nel degrado: la denuncia di Vicinanza

Il segretario provinciale della Cisal denuncia: "Non possiamo permettere che la zona industriale diventi terra di nessuno"

0
85

“Non possiamo permettere che l’area industriale di Angri diventi terra di nessuno”. Il segretario provinciale della Cisal, Gigi Vicinanza, chiede interventi per tutelare l’area Pip.
“Il degrado in cui versa l’area – scrive Vicinanza – è l’emblema di un apparato politico-amministrativo finito nelle maglie del commissariamento. Gli imprenditori sono stanchi di perdere soldi in questo modo. Così l’occupazione è a rischio”. Da qui, l’appello al prefetto Alessandro Valeri, commissario straordinario del Comune angrese.
“Si convochi una riunione in Comune a cui possano essere invitati imprenditori e sindacati”, ha detto Vicinanza. “Siamo sicuri che anche il prefetto Valeri abbia a cuore le sorti di questa area che rappresenta un volano di sviluppo per tutto il territorio. Non possiamo permettere che l’area Pip di Angri diventi terra di nessuno. In ballo ci sono professionalità importanti e dobbiamo evitare la fuga di altre aziende dall’Agro nocerino sarnese. Fin da ora mi dico disponibile a fare da raccordo tra aziende e commissario straordinario del Comune per fare fronte comune contro il degrado che sta attanagliano l’area Pip di Angri”.