Arriva l’Atalanta: si prova a cancellare il ko di giovedì

Ancelotti per battere la squadra di Gasperini (domani h.19 al San Paolo) ha deciso di rivoluzionare l'undici di partenza, con diversi cambi sia in difesa che in mediana. C'è bisogno di una vittoria convincente, magari supportata da una prestazione brillante

0
310

Vigilia di campionato per il Napoli di Ancelotti, che domani pomeriggio allo stadio San Paolo affronterà l’Atalanta di Gasperini. Una gara sulla carta piena di insidie, non solo perché i lombardi vivono un buon periodo di forma, ma anche perché gli azzurri sono reduci dalla sconfitta in Europa League con annesse polemiche. Bisognerà voltare subito pagina e cancellare il ko di giovedì sera. Per fare questo c’è bisogno di una vittoria convincente, magari supportata da una prestazione brillante, cosa che ormai non si vede da un po’ di tempo in casa Napoli. Ancelotti per battere la Dea ha deciso di rivoluzionare l’undici di partenza, con diversi cambi sia in difesa che in mediana. Partiamo dal modulo che sarà come sempre il 4-4-2, con Ospina che rileverà in porta il posto di Meret. La linea a quattro difensiva vedrà sugli esterni Hysaj e Mario Rui, che prenderanno il posto di Maksimovic e Ghoulam. Al centro confermata la coppia Koulibaly – Chiriches, che contro l’Arsenal ha disputato una buona gara. In mediana, turno di riposo per Allan, con Zielinski che si sposta al centro in coppia con Fabian Ruiz, mentre Callejon e Younes agiranno sugli esterni. In attacco nessuna novità, gioca la coppia formata da Milik ed Insigne. Gasperini che conferma il 3-4-1-2, deve fare a meno degli indisponibili Toloi e Vernier, mentre recupera Ilicic che partirà titolare. In porta ci sarà Gollini, mentre la linea a tre di difesa vedrà in campo Mancini, Djimsiti e Masiello. In mediana Hateboer e Castagne saranno gli esterni, con De Roon e Freuler al centro. In attacco, dietro la coppia formata dall’ex Zapata e da Ilicic, agirà l’argentino Papu Gomez.