Basket / Domenica nera per le salernitane

Sconfitta per l'Omeps Battipaglia nel massimo campionato femminile e in A/2 per la Givova Scafati.

0
88
La Ciabattoni, neo acquisto dell'Omeps Battipaglia, al suo esordio oggi

L’Omeps Givova Battipaglia perde per 67-87 (11-27, 24-15, 12-26, 20-19) con la temibile Passalacqua Ragusa, al palaZauli, nella gara in programma per l’ottava giornata del massimo campionato di basket femminile. Parte forte il quintetto siciliano che riesce a trovare la via del canestro con continuità, chiudendo avanti di 16. Nel secondo quarto, Tagliamento e Nori, riescono a ridurre a -7 (35-42) il passivo. Nel terzo quarto Hamby e Walker scavano il solco e Ragusa chiude a +21 (47-68). Nell’ultima frazione, Battipaglia cerca di ridurre il gap, ma Ragusa si aggiudica il match. A canestro per Battipaglia: Tagliamento 21, Nori 15, Houser 10. Cremona 8, Ciabattoni 6, Gomez 5, Galbiati 2.
Da segnalare nelle fila di Battipaglia, l’esordio del nuovo acquisto Alexandra “Alex” Ciabattoni, ala italo-australiana, classe ’94, proveniente dalla Reyer Venezia, destinata ad aiutare il gruppo a conquistare preziosi punti in chiave salvezza. Nel prossimo turno, la compagine di coach Orlando, ancora alla ricerca del primo successo stagionale, affronterà in trasferta Palermo.

Nel campionato maschile di serie A/2, la Givova Scafati perde 79-50 fuori casa con Torino, nel match previsto dall’undicesima giornata del campionato di serie A/2 maschile. Sempre costretta ad inseguire la squadra gialloblù, anche priva di Contento, soprattutto a causa di tanti tiri sbagliati e di una difesa meno attenta. Torino allunga con il trascorrere dei minuti trascinata dai canestri di Diop e non basta Stephens a Scafati per stare a contatto (25-11). Nel secondo quarto, ancora avanti la squadra piemontese con Alibegovic e Toscano, protagonisti. Scafati risponde con Rossato, Stephens, Tommasini e Lupusor , così al riposo lungo il punteggio è sul 41-28. Nel terzo quarto, ancora avanti Torino, mentre capitan Crow prova a dare la carica ai suoi (58-40). Nell’ultimo quarto Alibegovic porta i locali a +20. Scafati non riesce a reagire. Le bombe di Jakimovski e Campani, il canestro di Marks, chiudono la partita. A segno per Scafati: Stephens 11, Tommasini e Frazier 8, Crow e Rossato 7, Ammannato 5, Lupusor 4.
“Mi dispiace, attendevo delle risposte, ma siamo mancati all’appuntamento – il commento di coach Perdichizzi – dovremo fare un esame di coscienza, perché abbiamo giocato senza mordente e voglia di combattere. Impressionante in negativo, l’approccio mentale alla partita”. Domenica prossima, la Givova Scafati, giocherà al palaMangano, con la temibile Biella.