Oggi pomeriggio, alle 17, il nuovo vescovo di Salerno, il fiorentino Andrea Bellandi, nominato da Papa Francesco agli inizi di maggio, sarà accolto in piazza Amendola dal sindaco Vincenzo Napoli, dal presidente della Regione De Luca, dal presidente della Provincia di Salerno Strainese, dal presidente della Provincia di Avellino Biancardi e dalle altre autorità civili e militari (si prevede la presenza di decine di sindaci del territorio della Diocesi): qui si svolgerà il primo incontro ufficiale con la città, prima dell’ordinazione che avverrà alle 18 in cattedrale. Il sindaco rivolgerà al presule un indirizzo di saluto a nome di tutta la città di Salerno. “Al nuovo Pastore della Chiesa salernitana – anticipa il sindaco – esprimerò l’auspicio di buon lavoro nella nostra comunità nel segno dell’amatissimo Patrono San Matteo Evangelista e di San Gregorio VII. Un pensiero affettuoso anche a Monsignor Luigi Moretti con l’auspicio che possa presto ritrovare la salute”. “La collaborazione tra Chiesa e Comune – spiega Enzo Napoli – è lunga e consolidata con tante iniziative di solidarietà civile e carità cristiana a favore della promozione umana e civile realizzate con parrocchie, movimenti ed associazioni ecclesiali”.
Dopo il benvenuto ufficiale del sindaco ed un primo, ufficiale saluto dell’Arcivescovo si procederà in processione verso il Duomo di San Matteo (Via Roma sarà chiusa al traffico) per il rito religioso dell’Ordinazione Episcopale e dell’Ingresso in Archidiocesi. Officerà il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, concelebreranno il cardinale di Napoli Sepe e l’arcivescovo di Taranto Santoro, nonché il presidente della CEi Bassetti e il cardinale salernitano Martino. Saranno presenti 50 vescovi e circa 300 sacerdoti. È previsto l’intervento di circa 5000 fedeli.