Bomba a Battipaglia, 36mila persone da sgomberare

Le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto in un terreno agricolo si svolgeranno domenica 8 settembre: potrebbero essere necessarie fino a 12 ore per la bonifica. Ospedali, caserme e comune da evacuare. Ecco tutte le informazioni sulla viabilità

0
686

Potranno essere necessarie anche 12 ore per disinnescare un ordigno bellico rinvenuto in un terreno agricolo a Battipaglia.
Le operazioni di disinnesco –  condotte dagli artificieri dell’Esercito italiano 21° Reggimento Guastatori di Caserta – si svolgeranno domenica 8 settembre. Circa 36mila persone saranno evacuate per consentire le operazioni di bonifica.
Oltre alla popolazione saranno evacuati l’ospedale “Santa Maria della Speranza”, le sedi di Commissariato di Polizia di Stato, Comando Compagnia Carabinieri e Nucleo Operativo Guardia di Finanza, Municipio e Comando Polizia Locale. Interrotta la circolazione sull’Autostrada del Mediterraneo e sulla statale “Tirrena Inferiore”, oltre alla circolazione ferroviaria (linea Salerno-Reggio Calabria e linea Battipaglia-Potenza-Metaponto). Anche l’erogazione dei servizi essenziali, in particolare energia elettrica, gas, linee telefoniche fisse e mobili, verrà sospesa.
La bomba è di un aereo inglese della seconda guerra mondiale: pesa circa 113 chili. In campo ci sarà un team di specialisti che ha già provveduto ad eseguire analoghe operazioni sia in Italia che all’estero.