Borrelli nuovo procuratore di Salerno

Il magistrato napoletano scavalca così Leonida Primicerio, attuale procuratore generale della Repubblica di Salerno, anch'egli della corrente di Unicost, che appariva il favorito tra i magistrati che avevano proposto la loro candidatura per il prestigioso ufficio

0
472
Giuseppe Borrelli, designato procuratore della Repubblica di Salerno dalla V Commissione del Csm

Giuseppe Borrelli, procuratore aggiunto e uno dei due coordinatori della Procura antimafia di Napoli, sarà il nuovo capo della Procura della Repubblica di Salerno, posto lasciato vacante il 13 settembre dell’anno scorso dal pensionamento di Corrado Lembo. Borrelli, appartenente alla corrente di Unicost, scavalca così Leonida Primicerio, attuale procuratore generale della Repubblica di Salerno, della stessa corrente, che appariva il favorito tra i magistrati che avevano proposto la loro candidatura per il prestigioso ufficio.

Il nome del magistrato napoletano è stato votato all’unanimità dalla V Commissione del Csm che si occupa degli incarichi direttivi. I successivi passaggi, in genere puramente formali, sono l’approvazione della designazione da parte del plenum del Csm e il “concerto” del ministro per la nomina. Oltre a Borrelli e Primicerio, per la carica di procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno concorrevano anche i magistrati Domenico Airoma, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Napoli Nord, Nunzio Fragliasso, altro aggiunto della Procura di Napoli, e un altro salernitano: Luigi D’Alessio, attualmente procuratore capo di Locri (è il pm del caso Lucano, l’ex sindaco di Riace finito sotto inchiesta per la sua politica a favore degli immigrati).

Napoletano purosangue, 60 anni, Borrelli attualmente è uno dei due aggiunti che coordinano la Direzione distrettuale antimafia partenopea, affiancato da Luigi Frunzio dopo la morte prematura di Filippo Beatrice, uno dei due pm di Calciopoli. Nella sua città Borrelli è tornato da qualche anno dopo un’esperienza di lotta e contrasto alle ‘ndrine da pubblico ministero alla Procura di Catanzaro. Profondo conoscitore delle dinamiche delle grandi organizzazioni criminali, ha fama di essere un magistrato tecnicamente molto preparato. Una curiosità: è un grande appassionato di calcio. Segue il Napoli, di cui è un tifoso sfegatato, sia in casa che, quando gli impegni professionali glielo consentono, in trasferta.

Con la sua designazione si conclude un lunghissimo iter, cominciato il 27 novembre dello scorso anno, con la scadenza dei termini per la presentazione delle domande. E’ presumibile che l’insediamento del neo procuratore avverrà in autunno, quando sarà passato un anno esatto dalla messa in quiescenza dell’ex procuratore Lembo.

Nella stessa riunione in cui ha designato Borrelli per la carica di procuratore di Salerno, la Commissione incarichi direttivi del Csm ha votato, sempre all’unanimità, la designazione a procuratore aggiunto presso il Tribunale di Potenza del salernitano Maurizio Cardea, sostituto procuratore presso il Tribunale di Salerno.