Convenzione per il San Paolo: 10 anni a 850mila euro a stagione

Hamsik domani a Madrid per le visite mediche. Poi ritorno a Napoli e partenza per la Cina dove lo attende un triennale faraonico da 9 milioni di euro netti a stagione

0
283

“Non siamo qui per me, siamo qui per il dottor De Nicola. Mi fa piacere essere qui, perché a lui tengo tantissimo, stiamo insieme da undici anni e mezzo. Non posso salutare perché ancora non c’è niente di ufficiale”. Con queste parole, ieri sera, Marek Hamsik ha cercato di chiarire la sua posizione, durante la festa di compleanno del medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola. Il capitano azzurro ha intonato ‘O surdato ‘nnamurato, prima della versione in cinese, che ha scatenato l’ilarità di tutti i presenti, di “Un giorno all’improvviso”, diventato ormai un classico per i tifosi partenopei al termine di ogni gara casalinga. Intanto, oggi, dovrebbe essere la giornata che definirà il passaggio dello slovacco ai cinesi del Dalian Yifang. Nel pomeriggio dovrebbe partire il bonifico da 20 milioni di euro a favore del Napoli, per l’acquisto del cartellino del centrocampista. Un’operazione che sarà seguita da un altro bonifico di pari importo, che il club cinese dovrà versare allo Stato, in virtù della Luxury Tax in vigore ormai da un anno. Con tutta probabilità già domani, Hamsik prenderà un volo direzione Madrid, in compagnia del suo agente Venglos, dove si sottoporrà alle visite mediche di rito. Dopo l’ok dei medici, Hamsik potrà tornare a Napoli, organizzare il suo trasloco e partire alla conquista della Cina, dove lo attende un triennale faraonico da 9 milioni di euro netti a stagione. E mentre la tifoseria e la società salutano Hamsik, il presidente De Laurentiis ieri ha firmato un accordo con il comune di Napoli, che chiude la partita debiti – crediti tra il sodalizio partenopeo e l’ente. Il Napoli verserà circa 1 milione di euro fra dare e avere pregresso. Un accordo che riporta la serenità tra le parti, che nei mesi scorsi si erano più volte scontrate a colpi di dichiarazioni al vetriolo. L’amministrazione comunale contestualmente a questo accordo ha consegnato al presidente azzurro la bozza della nuova convenzione per l’utilizzo dello stadio San Paolo, che avrà una durata di 10 anni. Il nuovo accordo prevede da parte del Napoli il pagamento di una quota annuale di 850 mila euro, più la percentuale sulla pubblicità dello stadio.