Buona la prima: i granata passano il turno

La squadra di Ventura rifila tre gol al Catanzaro e al prossimo turno di Coppa Italia trova il Lecce di Liverani.

0
295

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Jaroszynski; Lombardi (36’ st Cicerelli), Maistro (27’ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Firenze, Kiyine (39’ st Lopez); Giannetti, Jallow. A disposizione: Vannucchi, Migliorini, Odjer, Calaiò, Djuric, Kalombo, Morrone, Carillo. Allenatore: Gian Piero Ventura

Catanzaro (3-4-3): Adamonis; Signorini (10’ st Pinna), Figliomeni, Martinelli; Celiento, Urso, De Risio (32’ st Risolo), Casoli; Kanouté (17’ st Mangni), Nicastro, Di Livio. A disposizione: Mittica, Calì, Giannone, Riggio, Novello. Allenatore: Gaetano Auteri

Arbitro: Luca Massimi di Termoli

Assistenti: Muto e Di Gioia

IV uomo: Mario Vigile di Cosenza

Reti: 22’ pt su rig Kiyine (S), 45’ pt e 28’ st Giannetti (S), 34’ st Mangni C)

Ammoniti: Karo (S), Urso, Kanouté, Pinna ©

Angoli: 1-5

Recupero: 0’ pt – 3′ st

Spettatori: 5556 di cui 229 da Catanzaro

Buona la prima. La Salernitana vince e convince nella prima gara ufficiale della stagione. Superato all’Arechi il Catanzaro con il risultato di 3-1, e passaggio del turno in Coppa Italia, dove ad attendere gli uomini di Ventura ci sarà il neo promosso Lecce di Liverani. Dopo un precampionato non proprio esaltante, con i granata che hanno palesato grossi limiti soprattutto nelle ultime amichevoli, contro il Catanzaro gli uomini di Ventura non solo hanno vinto nettamente, ma hanno anche creato tanto, mostrando finalmente quel gioco che tutti si attendevano. Ottimo primo tempo dei granata che imprimono un ritmo forsennato alla gara, mettendo in grande difficoltà i calabresi allenati da Auteri. Ad aprire le danze ci pensa il belga-marocchino Kiyine dagli undici metri, con la massima punizione assegnata per un fallo di mani in area di Signorini. In campo c’è solo la Salernitana che sfiora il raddoppio in un paio di occasioni con Firenze prima e ancora con Kiyine. Ma la rete del 2-0 arriva al 45′ e porta la firma di un altro neo acquisto, l’attaccante Giannetti, prelevato a titolo definitivo dal Cagliari. Jallow dalla destra serve in area Giannetti, che tutto solo regala una sforbiciata da applausi. Nella ripresa il Catanzaro scende in campo con un piglio differente e prova subito a mettere sotto i granata, cercando la rete che possa riaprire il match. Inevitabilmente, però, i calabresi si scoprono lasciando il fianco alla Salernitana che in contropiede al 25′ sfiora il tris con Jallow, che in diagonale lambisce il palo della porta difesa dall’ex Adamonis. Tre minuti dopo arriva la terza rete del match, e porta ancora la firma di Giannetti, per lui una doppietta stasera. Akpa Akpro, entrato da poco in campo, va via in velocità sulla corsia esterna e serve al centro l’attaccante ex Cagliari che controlla e conclude in diagonale alle spalle di Adamonis. La Salernitana si rilassa e il Catanzaro prova a rientrare in partita sfruttando al 34′ una dormita generale del pacchetto arretrato, con Mangni che supera Micai. Un gol che però non cambia l’inerzia del match, che si concluderà con questo risultato, che consente ai granata di passare il turno e di sfidare il Lecce.