Caggiano, il sindaco chiude alimentari e farmacia

Con una apposita ordinanza, il primo cittadino stabilisce che anche la spesa andrà ordinata telefonicamente e ritirata a orario concordato

0
731

A Caggiano il sindaco chiude al pubblico anche i negozi di generi alimentari e la farmacia che operano sul territorio comunale.
Con un’ordinanza, il sindaco Modesto Lamattina ha stabilito che i cittadini dovranno contattare telefonicamente i negozi per generi alimentari di prima necessità e la farmacia per spese e farmaci da ritirare all’esterno a orario concordato.
L’ordinanza è valida da oggi e fino al 31 marzo prossimo e prevede anche la possibilità di usufruire della consegna a domicilio effettuata dai volontari della Protezione civile autorizzati, in due fasce orarie: alle 12 e alle 18.
I cittadini – ha scritto il sindaco nell’ordinanza – «dovranno contattare telefonicamente gli esercenti e la farmacia di Caggiano per la richiesta di spesa o farmaci che potranno ritirare solo ed esclusivamente all’esterno delle strutture all’orario concordato con il negoziante e con il farmacista». I titolari degli esercizi commerciali «sono tenuti a programmare le consegne in modo da evitare qualsiasi forma anche minima di assembramento esterno all’ingresso».