C’è il Brescia, azzurri nelle mani di Llorente e Milik

Ancelotti è pronto a portare domani tutti in ritiro in vista del ritorno in campo al San Paolo in programma domenica. Mini rivoluzione in vista in difesa: il tecnico dovrà fare a meno di Koulibaly e Maksimovic

0
315

Obiettivo cancellare la sconfitta con il Cagliari. Il Napoli vuole subito voltare pagina e archiviare definitivamente il ko interno con i sardi, per riprendere la marcia in campionato. Nel mirino c’è già la gara di domenica, la seconda consecutiva al San Paolo, contro il Brescia di Corini. Ancelotti è pronto domani a portare la squadra in ritiro, così da avere sotto controllo la situazione. Ventiquattro ore insieme, per preparare al meglio sotto il piano della concentrazione la gara con le Rondinelle, che gli azzurri dovranno assolutamente vincere. Problemi in difesa per Ancelotti, che medita comunque l’ennesima mini rivoluzione nell’undici titolare. Squalificato Koulibaly per il rosso diretto rimediato contro il Cagliari, e con Maksimovic fuori causa per una botta alla coscia, il tecnico degli azzurri è costretto a schierare dal primo minuto accanto a Manolas il giovane Luperto, viste le non perfette condizioni anche di Tonelli. Novità anche sugli esterni, dove tornano in campo Malcuit a destra e Ghoulam a sinistra, come già accaduto contro il Lecce. In mediana si registrano due esclusioni di lusso, con il tecnico che sembra orientato a lasciare in panchina sia Allan che Insigne, apparsi sottotono contro il Cagliari. Al loro posto, a completare il quartetto di centrocampo che vedrà la conferma di Callejon e il rientro di Fabian Ruiz, ci saranno il giovane Elmas e il tedesco Younes, all’esordio in questa stagione al San Paolo. In attacco, invece, Ancelotti medita di riproporre la coppia vista contro il Lecce tutta muscoli e centimetri, formata dallo spagnolo Llorente e dal polacco Milik.