Ceraso, tenta di lanciare la figlia dal balcone: arrestato

Un35enne del Darfur richiedente asilo politico, residente nel piccolo centro cilentano, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia: dopo aver malmenato la moglie, ha tentato di lanciare la figlia di 4 mesi dal balcone della propria abitazione

0
919

Ha aggredito la sua compagna e poi ha tentato di lanciare la figlia di 4 mesi dal terzo piano.  È accaduto a Ceraso. Un 35enne sudanese è stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. L’uomo,  un richiedente asilo politico originario del Darfur residente a Ceraso, ha aggredito la sua compagna causandole ferite guaribili in trenta giorni e poi ha tentato di lanciare la figlia di quattro mesi dal balcone dell’abitazione al terzo piano.
Solo l’intervento dei Carabinieri, guidati dal capitano Malgieri, ha evitato che la situazione degenerasse ulteriormente. I militari sono riusciti a entrare in casa con l’aiuto dei Vigili del Fuoco e hanno bloccato il 35enne, arrestato in flagranza di reato. L’uomo è stato trasferito nella casa circondariale di Vallo della Lucania.