Chirurgia alla tiroide, intervento innovativo a Battipaglia

La tecnica innovativa - che non lascia vistose cicatrici - è stata eseguita nei giorni scorsi a Battipaglia da Francesco Stanzione, giovane chirurgo campano

0
446

Un intervento alla tiroide che non lascia vistose cicatrici. È questo uno dei principali vantaggi della cosiddetta tecnica transascellare endoscopica: un’operazione alla tiroide partendo da una incisione nell’ascella. La tecnica innovativa è stata eseguita nei giorni scorsi a Battipaglia da Francesco Stanzione, un giovane chirurgo campano con esperienza in chirurgia endocrina e laparoscopica.
La tecnica per la tiroidectomia, messa a punto nella Corea del Sud dal dottor Woong Youn Chung, (Yonsei University College of Medicine, Seoul), sta avendo una buona diffusione anche nel mondo occidentale. Si tratta di una tecnica che agisce in maniera positiva sugli aspetti estetici e psicologici dei pazienti, che può essere adoperata solo per noduli di piccole dimensioni e rappresenta la nuova frontiera della chirurgia mini-invasiva.
Nei Paesi orientali per motivi religiosi, le cicatrici sul collo non sono gradite, al punto che in Corea sul circa il 60% dei pazienti viene applicata questa tecnica che non lascia alcuna traccia.