Cibo, cultura e identità: il Liceo Parmenide verso il centenario

L'istituto di istruzione superiore di Vallo della Lucania è centro di una serie di attività culturali: entro il 2019 gli allievi realizzeranno un docufilm sui giovani del Cilento, finanziato dal Miur con 100mila euro

0
930
Il Liceo Parmenide di Vallo della Lucania

“Cibo, cultura, identità: così divento imprenditore”. Se ne parlerà nell’evento in programma domani mattina presso la sede del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’occasione è la presentazione dell’evento finale del Pon che ha coinvolto l’istituto di istruzione superiore “Parmenide” di Vallo della Lucania.

Il preside Francesco Massanova, sindaco di Stella Cilento

«Si tratta di un progetto – spiega il dirigente Francesco Massanova – che ha aperto il mondo del settore produttivo ai nostri allievi che hanno potuto constatare come le tradizioni locali possano avere un concreto sbocco economico e lavorativo: un modo per coniugare il locale con il globale. Con questo progetto la scuola ha fornito competenze oltre che nozioni».
Il progetto di alternanza scuola-lavoro ha visto coinvolte le classi terze del liceo linguistico e alcune aziende di prodotti tipici locali, il Parco del Cilento e il Parco archeologico di Paestum.
Quello di domani è il primo appuntamento di una serie di eventi che si terranno nel corso del 2019, un anno importante per il liceo Parmenide che ad aprile si appresta a compiere cento anni: «L’istituto nacque ad aprile del 1919 come liceo classico; poi, negli anni, sono stati aggiunti l’indirizzo linguistico e quello musicale».
Il Liceo Parmenide – che nel corso dell’anno si distingue per essere tra i promotori de “I Dialoghi del male” dell’associazione Festinalente – ha ricevuto anche un finanziamento di 100mila euro dal Miur per la realizzazione di un docufilm sui giovani del Cilento: le riprese cominceranno a breve. «Per l’aspetto cinematografico abbiamo un accordo con l’associazione Solinas e i ragazzi, guidati da esperti e docenti, realizzeranno il cortometraggio» – spiega il dirigente.