Corruzione, tornano in carcere imprenditore e commercialista

I due, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbero tentato di inquinare le prove dell'inchiesta "Ground Zero 2" che nei giorni scorsi aveva portato anche all'arresto dell'autore tv Rai, Casimiro Lieto. Ecco di chi si tratta

0
220

Hanno tentato di inquinare le prove nell’ambito dell’inchiesta sul presunto sistema corruttivo all’interno della sezione distaccata di Salerno della Commissione Tributaria Regionale. Per questo motivo sono finiti oggi in carcere un imprenditore, Salvatore Criscuolo, e uno dei commercialisti coinvolti nell’inchiesta, Francescopaolo Savo.
Il professionista tributario era già finito in carcere la scorsa settimana assieme ad altre sei persone e, dopo l’interrogatorio, aveva ottenuto i domiciliari. Una volta uscito, stando a quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza con le intercettazioni, si è messo in contatto con l’imprenditore per concordare una linea difensiva, predisponendo documentazione contabile contraffatta.
L’inchiesta “Ground Zero 2” è il secondo filone dell’indagine coordinata dal pm Elena Guarino nella quale sono indagati giudici tributari, consulenti e funzionari e che ha portato a 7 arresti nel giorno scorsi. Nel mirino degli inquirenti ci sono venti sentenze di secondo grado, pronunciate dal 2016 al maggio scorso, tutte con esito favorevole per i contribuenti ricorrenti per circa 40 milioni di euro tra imposte, interessi e sanzioni.