Delusione granata, la società blinda Gregucci

Terzo ko di fila per la Salernitana che ora deve cominciare a guardarsi le spalle. Ancora tutti in ritiro. Preoccupano le condizioni di Calaiò

0
86

Il giorno dopo Livorno – Salernitana, la delusione è forte tra la tifoseria granata. Nonostante la protesta ufficiale, 200 supporter erano giunti al Picchi per assistere alla gara, con la speranza di riuscire a portare a casa un risultato positivo. Ed invece è arrivato il terzo ko di fila per gli uomini di Gregucci, sempre più lontani dalla zona play off, che ora devono iniziare a guardarsi le spalle. Il tecnico granata per ora non rischia. La società lo ha riconfermato al triplice fischio, così come è stato confermato anche il ritiro. La squadra, dopo la sconfitta contro il Crotone era stata mandata a San Gregorio Magno per cercare di ritrovare la serenità, proprio in vista della trasferta in Toscana. Bocche cucite tra i tesserati, che, al termine della sfida con il Livorno, hanno disertato la sala stampa, evitando così di rilasciare qualsiasi dichiarazione. Intanto sul fronte squadra, da valutare la condizione fisica di Emanuele Calaiò. Il centravanti ha lasciato il campo dopo 15′ minuti del primo tempo, per un fastidio al polpaccio sinistro. L’arciere dopo uno scatto ha avvertito dolore ed ha subito chiesto il cambio. Al suo posto è entrato in campo Jallow in coppia con Vuletich, che si è mosso discretamente, portando qualche pericolo alla porta di Zima. L’attaccante, però, ha ricevuto un giallo che lo costringerà a saltare la prossima sfida casalinga con il Venezia, perché inserito nella lista dei calciatori diffidati.