Docente positiva, chiuso Liceo ad Agropoli

Due nuovi casi di contagio nel Salernitano. Esiti positivi per i tamponi delle due donne ricoverate al San Luca di Vallo della Lucania e Martiri del Villa Malta di Sarno: si tratta di due insegnanti originarie di Agropoli e Striano. Nel centro cilentano attesa per altri dodici tamponi

0
215

Sarno e Vallo della Lucania. Sono gli ospedali in cui sono stati diagnosticati gli altri due casi di contagio da Coronavirus nel Salernitano. Le donne, entrambe insegnanti, sono di Striano  e di Agropoli.
La donna di Agropoli ha 57 anni e insegna matematica al Liceo Gatto del centro cilentano. Per questo motivo, il sindaco Adamo Coppola ha chiuso la scuola. L’insegnante è stata a Parma nel periodo di carnevale e non è rientrata a scuola ieri a causa di una febbre improvvisa.  Stando alla ricostruzione degli spostamenti dell’insegnante, la donna non avrebbe avuto alcun contatto con gli studenti del Liceo, ma in attesa di ricostruire con chiarezza i suoi movimenti ed escludere contatti con docenti e allievi il primo
cittadino di Agropoli, Adamo Coppola ha disposto la chiusura dell’istituto per i giorni di oggi e domani.
In queste ore nel centro cilentano ci sono dodici persone in isolamento: hanno avuto tutti contatti con la donna contagiata. Entro stamattina saranno effettuati i tamponi anche a queste altre dodici persone e saranno inviati al Cotugno di Napoli. Attesa per gli esiti che verranno comunicati questa sera.

La cinquantenne di Striano, invece, è originaria di Sarno ma lavora a Torre del Greco dove insegna all’Istituto Don Bosco-D’Assisi, chiuso in via precauzionale dal sindaco Giovanni Palomba. La dirigente scolastica dell’istituto si è apprestata a precisare che l’insegnante risultata positiva al test a Sarno era assente da diverso tempo a scuola.