Martedì nero: quattro decessi nel Salernitano

Le vittime sono un 70enne che si trovata in una casa di riposo nel Vallo di Diano, un paziente di 83 anni di Cava de' Tirreni, un 84enne di Scafati e il comandante dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina

1
331

Sono quattro le vittime di Coronavirus che si sono registrate ieri nel Salernitano.
L’ultimo, deceduto nella tarda serata di ieri, martedì, è un uomo di 74 anni. L’uomo era di origini lucane ma viveva in una casa di riposo, dove è deceduto ieri.
Nella stessa casa di cura, al momento «blindata», ci sono altre 16 persone risultate positive, tra ospiti ed operatori. Il 74enne è la terza vittima solo nella zona del Vallo di Diano.
Il sindaco di Cava de’ Tirreni aveva annunciato in serata la morte del primo uomo contagiato da Coronavirus nella cittadina metelliana: si tratta di un uomo di 83 anni. «Mi è stata confermata, pochi minuti fa, la morte del primo caso di Covid 19, della nostra città. L’anziano signore (83 anni) che già aveva problemi di salute, non è riuscito a superare questa difficile prova. Alla sua famiglia il mio cordoglio personale e quello dell’intera comunità. Con lui, sono 13 i casi di coronavirus accertati, mentre siamo in attesa di altri tamponi, e di circa cento i soggetti sottoposti ad isolamento domiciliare. Siamo nella fase che sapevamo difficile e delicata. Restiamo in casa, usciamo il minimo indispensabile e riusciremo a vincere la battaglia».
Nel pomeriggio, il sindaco di Scafati, Cristoforo Salvati aveva annunciato il decesso di un paziente di 84 anni, ricoverato all’ospedale Mauro Scarlato di Scafati dopo aver scoperto di essere affetto da Coronavirus. «Cari concittadini – ha scritto Salvati – mi rattrista profondamente dovervi comunicare che è venuto a mancare un nostro concittadino di 84 anni, che era risultato positivo al Coronavirus e che stava combattendo da giorni contro questo terribile virus nel reparto di terapia intensiva respiratoria dell’ospedale di Scafati, dove era stato trasferito nei giorni scorsi. Alla sua famiglia, a cui sono legato da rapporti di amicizia e profonda stima, va il mio personale cordoglio e quello dell’intera Amministrazione comunale. A voi tutti chiedo una preghiera affinché tutta la comunità possa stringersi a loro in questo difficilissimo momento».
La prima vittima di giornata era il comandante dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina, morto anch’egli all’ospedale di Scafati, centro Covid-19. 

1 commento

Comments are closed.