Entusiasmo Paganese: “Competitivi con l’aiuto di tutti”

La dirigenza azzurrostellata, dopo la riammissione, chiarisce i piani per la prossima stagione. Patron Trapani: "Vogliamo dimenticare un'annata disastrosa". Il presidente Calabrese invoca quota mille abbonati: "Un atto di fede per una società da 15 anni in serie C"

0
156
Il sindaco Alberico Gambino, il presidente della Paganese Raffaele Trapani e il presidente onorario della società sportiva Nello Calabrese

Viaggia sulle ali dell’entusiasmo la nuova Paganese. Dopo la conquista della riammissione, la società azzurrostellata chiama a raccolta la città di Pagani. E precisa che nel prossimo campionato di serie C in campo non ci sarà la Paganese dell’ultima annata, quella che ha fatto disperare i suoi tifosi. Lo ha promesso il presidente Raffaele Trapani nel corso di una partecipata conferenza stampa allargata anche alla tifoseria. “Vogliamo dimenticare subito un’annata disastrosa dal punto di vista sportivo – ha detto – e quest’anno allestiremo una squadra di tutto rispetto. Quello che chiedo alla tifoseria è solo un atto di fiducia. Adesso  mi aspetto una sottoscrizione di un migliaio di abbonamenti per avere una massiccia presenza di sportivi al “Marcello Torre”, come ai bei tempi, ci vuole l’entusiasmo di Paganese-Brindisi: non dimentico che per quella partita eravamo diecimila allo stadio”.
Gli ha fatto eco il notaio Nello Calabrese, presidente onorario del sodalizio, fautore della conferenza stampa. “Credo che sia possibile sottoscrivere almeno mille abbonamenti da parte dei tifosi. Non chiediamo grossi sacrifici ma quantomeno un atto di fede verso una società che da quindici anni assicura la partecipazione ad un campionato importante. Non faremo mai il passo più lungo della gamba, ma allestiremo di certo una buona squadra”.
Non ha voluto disertare l’incontro il sindaco Alberico Gambino. “Sarò al fianco della società – ha detto – e non farò mancare il mio supporto come primo cittadino”.
La Paganese riparte da Alessandro Erra, l’allenatore che ha preso per mano la squadra poco prima della fine dello scorso campionato, portandola alla disputa dei play-out. Si riparte da Stendardo, Capece e Scarpa, unanimemente riconosciuti come i punti cardine della squadra ancora in cantiere. In giornata sono stati ufficializzati anche i prestiti dal Pisa di Alberti, vecchia conoscenza azzurrostellata, e del promettente Lidin. Nomi importanti sono sul taccuino del ds Accardi. A giorni potrebbe esserci qualche botto di mercato.
Il 28 luglio partenza per il ritiro di Gubbio.