Evaso ad agosto, arrestato a Mercato San Severino

Il pregiudicato, di origini avellinesi, si era rifugiato in una baracca nella frazione di Ciorani. Un mese fa, approfittando di un permesso premio, aveva fatto perdere le proprie tracce. 22 anni fa aveva ucciso la sorella a Montoro, occultandone il cadavere

0
167

Si era reso irreperibile ad agosto dopo un permesso premio. Oggi è stato rintracciato e arrestato a Mercato San Severino. Alfonso D’Aponte, 53 anni, originario dell’Avellinese, pregiudicato, si era allontanato arbitrariamente della casa di lavoro di Vasto in cui si trovava approfittando di un permesso premio.
Questa mattina il pregiudicato è stato individuato in una baracca a Ciorani di Mercato San Severino. I Carabinieri lo hanno arrestato e bloccato. Il comandante che era presente al blitz ha subito riconosciuto l’uomo: 22 anni fa lo aveva arrestato a Montoro, quando uccise la sorella occultandone il cadavere. Nel corso della perquisizione eseguita all’interno del casolare sono stati inoltre rinvenuti 15 proiettili calibro 38 special sulla cui provenienza sono in corso ulteriori indagini.