È una citazione civile a carico di Lorenzo Forte, presidente dell’associazione “Salute e Vita”, e della giornalista Rai Concita De Gregorio l’ultimo capitolo dell’annosa vicenda delle Fonderie Pisano. Oggetto del contendere alcune dichiarazioni rilasciate dal presidente di “Salute e Vita” in occasione della puntata di Fuori Roma – trasmissione di Rai Tre – andata in onda nel mese di marzo dello scorso anno. In particolare a far ipotizzare al legale dello stabilimento salernitano la lesione della reputazione dell’azienda la definizione di “piccola Ilva” utilizzata da Forte per definire l’opificio di Fratte. Contestati anche alcuni riferimenti alla vecchia tradizione di una sosta all’interno della fabbrica in occasione di una processione. Nel mirino del legale anche un passaggio della De Gregorio, secondo cui si sarebbe in presenza di una “fabbrica di cancro nel centro della città”.

A rendere noto l’apertura di questo nuovo fronte nella complessa battaglia legale in atto tra l’azienda di Fratte ed il comitato “Salute e Vita” proprio i componenti dell’associazione, nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina. “Questa citazione – sottolinea Lorenzo Forte – non ci spaventa e non ci impedirà di continuare nella nostra battaglia. Quel che vogliamo è solo ed esclusivamente conoscere la verità: c’è un nesso causale tra le malattie registrate a Fratte e nei centri limitrofi e le emissioni delle Fonderie? Non faremo un passo indietro rispetto a questo. Quanto al merito posso solo dire che non abbiamo fatto altro che citare relazioni dell’Arpac e dati pubblici”.