Furto aggravato in concorso, due denunce a Cava

I due uomini, padre e figlio, sono stati scoperti in località Fiume della frazione Santa Lucia mentre rubavano gasolio dal mezzo di una ditta che si occupa di recupero di rottami ferrosi

0
330

Furto aggravato di gasolio in concorso. Con questa accusa sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria due cavesi, sorpresi in flagranza di reato dalla Polizia a Santa Lucia di Cava de’ Tirreni.
I due, padre e figlio, sono stati scoperti in località Fiume della frazione Santa Lucia mentre rubavano gasolio. Un autista, dipendente di una ditta che lavora nella raccolta di rottami metallici, era intento a travasare il gasolio del serbatoio del mezzo in due taniche da 20 litri ciascuna. Le taniche erano successivamente riposte nel portabagagli dell’auto guidata dal figlio. I due si erano dati appuntamento nella zona industriale della città ma la Polizia – impegnata in una mirata attività di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio – ha fatto saltare il loro piano. Gli agenti della Polizia si erano insospettiti nel vedere l’autista del mezzo armeggiare vicino a un autocarro, affiancato da un’automobile parcheggiata di traverso in corrispondenza della parte anteriore del mezzo pesante. I due erano intenti a riempire una tanica con un tubo che pescava gasolio dal serbatoio del mezzo. I due, davanti all’evidenza dei fatti, hanno ammesso le proprie responsabilità.