Gattuso frena su Ibra. Ancelotti all’Everton

Il tecnico non sembra convinto dell'arrivo dello svedese, che potrebbe minare il già precario equilibrio che c'è nello spogliatoio. L'obiettivo numero uno è in mediana, dove il club azzurro sta accelerando per arrivare a Torreira dell'Arsenal

0
201

Lo aveva detto Gattuso al suo arrivo sulla panchina del Napoli: cercherò di fare da mediatore per la questione legata alle multe. E ad una settimana dal suo insediamento qualcosa inizia a muoversi. Primi segnali di disgelo da parte della società, con De Laurentiis che ha sbloccato gli stipendi di novembre, prontamente bloccati dopo l’episodio dell’ammutinamento nel post gara con il Salisburgo in Champions League. Il primo passo da parte del presidente, che tende così una mano alla squadra, nella speranza che possa sbloccare definitivamente i calciatori azzurri, alla vigilia della consueta cena di Natale che si svolgerà questa sera in un noto locale cittadino. Una decisione maturata già prima dell’esonero di Ancelotti, un gesto distensivo che vuole riappianare i dissapori per riuscire a ripartire, e uscire definitivamente da questo tunnel. Oltre alla questione stipendi, la società sta facendo capire a tutti i calciatori che c’è apertura anche per ridiscutere le multe. Il Collegio arbitrale, che dovrà analizzare il fascicolo, non è stato ancora costituito. Questa notizia gioca a favore di una possibile conciliazione tra la società partenopea e i calciatori, che hanno tempo di poter trovare un accordo, così da evitare la prima udienza. De Laurentiis sembra convinto si possa trovare un punto d’intesa e così ripartire, perdonando tutto il gruppo, nonostante si sia macchiato di un errore molto grave. Intanto dall’Inghilterra arrivano buone notizie per De Laurentiis, che potrebbe recuperare un bel po’ di soldi, vista l’imminente firma di Carlo Ancelotti, che salvo stravolgimenti dell’ultimo minuto, sarà il nuovo tecnico dell’Everton. Ancelotti dovrebbe portare con sé buona parte del suo staff, dal figlio Davide che però non ricoprirà i panni del vice allenatore, ruolo assegnato all’attuale traghettatore dell’Everton, Duncan Ferguson, al genero Mino Fulco. Nelle prossime ore, Ancelotti potrebbe incontrarsi con De Laurentiis per formalizzare la rescissione del contratto, così da liberarsi per volare oltre Manica, e liberare il Napoli ad un ingaggio importante. Sul fronte mercato, invece, Gattuso frena sull’ipotesi Ibrahimovic. Il tecnico non sembra convinto dell’arrivo dello svedese, che potrebbe minare il già precario equilibrio che c’è nello spogliatoio. L’obiettivo numero uno è in mediana, dove il club azzurro sta accelerando per arrivare a Torreira dell’Arsenal. Giuntoli sta lavorando per il prestito di sei mesi, con riscatto al termine della stagione. Le alternative si chiamano Berge e Soumaré, mentre Paredes ha un costo del cartellino, ed un ingaggio troppo elevati per le casse azzurre. Per quel che riguarda la questione terzino sinistro, invece, il Napoli potrebbe puntare nuovamente su Ghoulam. L’algerino dopo l’ennesimo consulto medico, sembra possa riprendere regolamentare ad allenarsi. L’addio di Ancelotti, con cui non era mai sbocciato il feeling, potrebbe regalare nuove motivazioni all’esterno, che prima dell’infortunio era diventato tra i migliori d’Europa in quel ruolo. Possibile l’addio di Hysaj, per ora l’unico giocatore finito effettivamente in lista di sbarco.