Getta plastica in mare a Licosa: sarà denunciato

Il giovane a bordo di una barca aveva postato un video sui social mentre gettava in mare a Punta Licosa una bottiglietta di plastica gridando "La mia barca è plastic free". Le scuse non sono servite: l'uomo sarà denunciato

0
425

Aveva gettato una bottiglia di plastica nel mare di Punta Licosa filmando il gesto e postando il video sui social al grido di “la mia barca è plastic free”. La bravata gli è costata cara: l’uomo sarà denunciato. Pare che la Capitaneria di porto abbia già individuato il responsabile del video, diventato virale nel giro di un pomeriggio e sommerso da critiche: per lui scatterà una denuncia penale.
Uno dei primi ad accorgersi del girato – postato in una storia su Instagram – è stato il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli: “Con l’ambente e con la civiltà non si scherza – ha detto commentando il gesto – Un gesto squallido, tanto più se utilizzato per sbeffeggiare una cosa seria e delicata come il plastic free. Abbiamo provveduto immediatamente ad allertare il presidente del parco del Cilento, Tommaso Pellegrino, e le autorità locali per segnalare questo atto vergognoso”.
La decisione di sporgere denuncia è di Borrelli: “Così come abbiamo fatto per Balotelli che istigò un uomo a gettarsi in mare con lo scooter, così anche per questo ragazzo la denuncia è l’unica strada. E anche lui, come il calciatore, si è scusato. Ma è troppo tardi. Non c’è nulla da scherzare in gesti come questi, nessuna goliardia, solo inciviltà. Si lascia passare un messaggio sbagliatissimo, e per di più sui social. Abbiamo notato, poi, che c’è la tendenza a scusarsi sempre dopo che l’indignazione della gente gli fa capire la stupidaggine che hanno commesso. Non transigeremo mai. Segnaleremo ogni gesto incivile, ogni abuso, ogni inquinamento dei nostri mari!”, ha concluso Borrelli.
Il video integrale è stato postato anche dal sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli: “Chiederò di incontrare personalmente questo cafone per complimentarmi con lui. Il nostro mare va rispettato e chi non ha intenzione di farlo può starsene anche a casa!” – ha commentato il primo cittadino.