Grisù and friends, il Drive In musicale nell’ex tabacchificio di Pontecagnano

Mega concerto il 19: obbligatorio rimanere in auto

0
135

Probabilmente fino ad oggi la maggior parte di noi avrebbe associato all’idea del drive in qualche scena iconica da film americano anni ’60, più che uno spazio, quale è, in cui andare a vedere un film stando seduti in macchina. Al massimo avremmo pensato ad un panino da McDonald’s che, già nel 1993, quando apriva in Italia il suo primo McDrive, sembrava un tuffo nel passato un po’ curioso, che si andava a provare per curiosità più che necessità. Oggi invece succede che la diffusione del corona virus ha scatenato pure la febbre da drive in, facile che ne spuntino un po’ ovunque, non c’è bisogno di grosse preparazioni e soprattutto non cade nella farragine di norme sul distanziamento sociale. Eppure di socialità c’è bisogno, molti i settori a cogliere l’idea: in America dal cinema alla musica, al dottore al ristornate, in Uk dal 30 giugno per 10 sterline i londinesi potranno godersi le partite di Premier League, l’Australia evita di metterla sul pandemico ossessivo compulsivo e pubblicizza i suoi drive con campagne che li descrivono come luoghi “dove puoi indossare le pantofole, rompere le noccioline senza ricevere insulti e magari pure lavorare a maglia”, a Madrid hanno persino manifestato in macchina, ma è la Germania con le sue funzioni religiose drive in ad aver fatto scattare la scintilla a Piervito De Rosa, lui, che in arte è Piervito Grisù ed è cantante e organizzatore di eventi a Salerno e in tutta italia, ha colto la palla al balzo dopo aver dovuto annullare tutte le date del suo tour e aver preso coscienza del tempo troppo lungo prima che si potesse avere la speranza di tornare alla normalità dell’organizzazione degli eventi. Così ha individuato un’area, l’ex tabacchificio Centola a Pontecagnano Faiano, e d’accordo col Comune e con i promoter con i quali di solito collabora ha messo su la macchina dell’organizzazione che si è concretizzata nel live del prossimo 19 Giugno il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza. È la prima data in italia di questo genere, che lui ha chiamato “drive live”: un posto per 63 posti auto dove, dalle 21, si esibiranno il maestro Marco Rizzo e la soprano Annalisa D’Agosto, Pierangelo Mugavero, gli Aliante, Max Dale, Antonio Amatruda, Patto Mc, Fabio Musta, dj Coby feat Antonio Santoro e lo stesso Grisù. Un mix di musicisti salernitani che si esibiranno in una modalità in Italia ancora non sperimentata: era stato Ghali il primo tra i big ad annunciare un concerto drive in, ma le sue date saranno in Germania, forse troppo ardito pensare ad uno spazio italiano talmente grande da contenere tutti i fan che lo seguono e le loro auto. Ci piacerebbe dire che l’evento di Pontecagnano aprirà le danze anche in Italia, ma la regola sicuramente è: rimanere in auto. Per chi non ci andrà potrà seguirlo in diretta su Radio Base.

(Dal Quotidiano del Sud di Salerno-L’ALTRAVOCE della tua Città)