Hanno un nome i presunti autori dei furti di Giovi

Identificati quattro cittadini rumeni: erano in auto con arnesi idonei allo scasso e rispondono alle descrizioni degli abitanti di località Casa Manzo. Sono stati denunciati e deferiti all'Autorità Giudiziaria per possesso di strumenti utilizzati in genere per furti negli appartamenti

0
83

Nell’ambito dei predisposti servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, gli agenti della Sezione Volanti, in località Brignano Superiore, a seguito di segnalazione pervenuta al 112, procedevano al controllo di un’autovettura OPEL Astra di colore grigio con a bordo quattro persone, segnalate come autori di probabile furto in un edificio sito in via Galzigna, in zona Casa Manzo di Giovi. Gli occupanti dell’auto, venivano identificati per F.A.I. di anni 24, U.C.A. di anni 20, R.D.I. di anni 23 cittadini rumeni e P.C. di anni 36 cittadino italiano, questi, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Nel corso dell’attività di P.G., all’interno dell’autovettura sulla quale viaggiavano i quattro, venivano rinvenuti, sul sedile posteriore attrezzi atti allo scasso, nello specifico un piede di porco, una pinza universale, una tronchese, delle torce, senza che i quattro giovani fossero in grado di giustificare il possesso di tali oggetti. Le persone sottoposte al controllo, che rispondevano alle descrizioni fornite quali autori dell’effrazione, con forzatura della porta di accesso di un immobile sito in via Galzigna 17, venivano accompagnati negli Uffici della Sezione Volanti per gli accertamenti di rito e i conseguenti adempimenti, venendo successivamente deferiti all’Autorità Giudiziaria per furto tentato ed ingiustificato possesso di oggetti atti allo scasso