I granata provano a conquistare Livorno

Ventura conferma il 3-5-2, oramai marchio di fabbrica di questa squadra. Ancora in panchina Cerci: potrebbe entrare in campo solo a partita in corso.

0
306

La Salernitana è pronta ad allungare la striscia di risultati positivi in trasferta, provando a conquistare anche Livorno. Contro i toscani il tecnico Ventura, però, dovrà fare di necessità virtù viste le sette assenze pensanti in rosa. Confermatissimo il modulo 3-5-2, ormai marchio di fabbrica dei granata, che hanno trovato l’assetto giusto sia in fase difensiva che offensiva. Confermata anche la difesa, che vedrà il terzetto che ormai gioca con continuità da diverse settimane. Davanti a Micai, infatti, agiranno Karo, Migliorini e Jaroszynski, vista l’indisponibilità di Billong e Mantovani e dell’ultimo arrivato Heurtaux, che nel tentativo di forzare il rientro si è infortunato e dovrà rimanere ai box per diverse settimane. In mediana Kiyine è stato squalificato dal giudice sportivo dopo il doppio giallo rimediato contro il Chievo Verona, ed al suo posto è ballottaggio Odjer – Maistro. L’altra mezz’ala dovrebbe essere Firenze, che torna tra i titolari, mentre in cabina di regia conferma ancora per Di Tacchio, con il giovane polacco Dziczek che partirà ancora una volta dalla panchina. Rimandato, quindi, l’esordio del talentino della Nazionale Under 21, acquistato dalla Lazio questa estate e girato in prestito alla Salernitana. A completare il reparto mediano ci saranno sugli esterni Cicerelli a destra, con Lopez sulla corsia opposta. L’uruguaiano sarà adattato al ruolo di tornante mancino, vista l’indisponibilità in quella zona del campo. In attacco, invece, continua a rimanere fuori per infortunio Jallow, con Ventura che si affiderà nuovamente alla coppia formata da Giannetti e Djuric. Per Cerci ancora panchina, viste le non perfette condizioni fisiche, con la possibilità di poter entrare a gara in corso.