Il maltempo dimezza la raccolta di ciliegie

L'allarme di Confagricoltura: "Le avversità atmosferiche hanno causato un dimezzamento dei raccolti". A tratti è impossibile approvvigionare i mercati. I danni maggiori in Campania e in provincia di Salerno

0
193

Il maltempo ha causato una vera e propria strage di ciliegie. Ne consegue una grossa difficoltà, a tratti proprio l’impossibilità, di approvvigionare i mercati proprio al culmine del periodo produttivo. L’allarme è di Confagricoltura che sta monitorando la situazione sui territori.
Le grandinate degli ultimi tempi, il vento forte e le piogge torrenziali hanno portato a una spaccatura del frutto che sta compromettendo la stagione in molte aree vocate proprio alla produzione di ciliegie.  L’Italia è il quinto produttore mondiale di ciliegie ed il primo in Europa.
I danni maggiori si sono registrati proprio in Campania e in provincia di Salerno: complessivamente la coltivazione cerasicola riguarda in Campania circa 1700 ettari (dati Istat, 2017), con una produzione di circa 7mila tonnellate all’anno (Stime Confagricoltura Campania) e una quota importante è proprio in provincia di Salerno.
“Da una prima stima – dicono i tecnici di Confagricoltura – riteniamo che le avversità atmosferiche abbiano già portato ad un dimezzamento dei raccolti”.