Dominio azzurro, vittoria ai calci di rigore

Buffon tiene a galla i bianconeri portandoli ai calci di rigore. Implacabili gli azzurri che realizzando quattro tiri dal dischetto su quattro. Fatali gli errori di Dybala e Danilo

0
224

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (79′ Hysaj); Ruiz (79′ Allan), Demme, Zielinski (87′ Elmas); Callejon (66′ Politano), Mertens (66′ Milik), Insigne. A disposizione: Ghoulam, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Manolas, Younes. Allenatore: Gattuso.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Cuadrado (84′ Ramsey), Bonucci, De Ligt, A.Sandro; Bentancur, Pjanic (73′ Bernardeschi), Matuidi; Dybala, Ronaldo, D.Costa (65′ Danilo). A disposizione: De Sciglio, Muratore, Olivieri, Pinsoglio, Rabiot, Rugani, Szczesny, Vrioni, Zanimacchia. Allenatore: Sarri.

ARBITRO: Doveri.

NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Ammoniti Rui (N); Bonucci, Dybala (J). Recupero 1’pt – 3’st

La 73esima edizione della Coppa Italia è a tinte azzurre. Il Napoli alza al cielo il trofeo nazionale, battendo la Juventus ai calci di rigore. La formazione di Gattuso dal dischetto è implacabile, ma solo un Buffon monumentale aveva negato prima la vittoria agli azzurri, chiudendo lo specchio della porta nel finale di secondo tempo. La prima occasione del match è per la Juventus, che al 6′ approfitta di un errato disimpegno di Callejon. Lo spagnolo regala il pallone a Dybala, abile ad aprire subito il gioco su Ronaldo. Conclusione a giro del portoghese, con Meret che si distende e devia. La partita è molto equilibrata, con le due squadre che si chiudono bene, ed i ritmi non sono altissimi. A spezzare la monotonia ci pensa Lorenzo Insigne, che al 24′ sistema il pallone a terra, per battere un calcio di punizione assegnato agli azzurri per fallo su Zielinski. Destro a giro del capitano del Napoli, con il pallone che si stampa sul palo, con la difesa bianconera ad allontanare la minaccia. La risposta della Juventus è affidata a Ronaldo. Errore in uscita di Koulibaly che regala il pallone a Dybala. L’argentino apre subito per Ronaldo sulla corsa, ma Meret legge perfettamente l’azione e con un’uscita in presa bassa blocca il pallone. Nel finale il Napoli spinge alla ricerca del gol del vantaggio e crea ancora una ghiottissima occasione. E’ il 41′ quando Mertens in area bianconera semina il panico con un tunnel su Bonucci. Provvidenziale l’intervento di De Ligt che allontana sui piedi di Insigne. Conclusione a giro del capitano con Alex Sandro che respinge sulla linea. Il pallone, però, è preda di Demme che tutto solo davanti a Buffon si fa ipnotizzare dal portiere che è provvidenziale nel deviare in corner e salvare la sua porta. Si chiude praticamente qui il primo tempo, con le due squadre che tornano negli spogliatoi sul risultato di 0-0. Nella ripresa stessi ventidue del primo tempo, con il Napoli che parte bene come aveva chiuso la prima frazione di gioco. Al 61′ Zielinski vede l’inserimento da dietro a rimorchio di Fabian. Mancino potente dello spagnolo e palla sul fondo. Gli azzurri spingono il piede sull’acceleratore e al 72′ va vicinissima al gol. Di Lorenzo mette dentro un pallone perfetto, velo di Politano per Milik, che da posizione ottimale spedisce incredibilmente oltre la traversa. La Juve è alle corde e all’82’ rischia ancora di capitolare. Traversone dalla sinistra di Hysaj per l’inserimento di Politano. Colpo di testa debole dell’attaccante che consente a Buffon di bloccare il pallone. Due minuti dopo ancora un’azione offensiva degli azzurri. Lancio i verticale per Politano che parte in posizione regolare. Controllo e apertura sul versante opposto per Insigne. Conclusione del capitano e palla di poco alta. Al 90′ il Napoli confeziona una ghiotta occasione per chiudere il match. Calcio d’angolo di Politano, testa di Maksimovic, che con uno stacco imperioso chiama Buffon al miracolo. Il pallone rimane lì con Elmas che da due passi conclude a botta sicura. Ancora l’estremo difensore bianconero a deviare il pallone sul palo. Ventinovesimo palo stagionale per il Napoli che vede infrangesi sul legno i sogni di gloria. Si va ai rigori, con il Napoli che è implacabile: segano Insigne, Politano, Maksimovic e Milik. Per la Juve errore di Dybala, che si fa ipnotizzare da Meret, e di Danilo che spedisce alle stelle. In rete Bonucci e Ramsey. Il Napoli festeggia, Gattuso è portato in trionfo e tutta la città esplode con caroselli per strada.