Il Napoli piega la Lazio, ma perde Insigne per la sfida con il Barcellona

Azzurri che battono i biancocelesti per 3-1 grazie alle reti di Fabian Ruiz, Insigne su rigore e Politano. Per gli uomini di Inzaghi a segno Ciro Immobile, rete numero 36, che ha eguagliato il record che Higuain aveva conquistato con la maglia dei partenopei

0
299
Insigne e Mertens

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (33′ st Ghoulam); Fabian Ruiz, Lobotka (34′ st Demme), Zielinski (40′ st Politano), Callejon (33′ st Lozano); Mertens, Insigne. A disp.: Karnezis, Maksimovic, Luperto, Hysaj, Allan, Elmas, Younes, Milik. Allenatore: Gattuso.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (18′ st Vavro), Luiz Felipe, Acerbi (18′ st Bastos); Lazzari, Milinkovic Savic, Parolo (42′ st A. Anderson), Luis Alberto, Marusic; Correa (42′ st Adekanye), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Armini, D. Anderson, Lukaku, Cataldi, Raul Moro, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

ARBITRO: Calvarese di Teramo

MARCATORI: 9′ pt Fabian Ruiz (N), 22′ pt Immobile (L), 9′ st Insigne (N, su rig.), 47′ st Politano (N)

NOTE: Ammoniti: Koulibaly, Mario Rui, Gattuso, Elmas (N); Immobile, Inzaghi, Milinkovic-Savic. Recupero: 2′ pt, 6′ st

Il Napoli batte la Lazio al San Paolo per 3-1, dopo una bella gara giocata per larghi tratti tutta all’attacco dalla formazione di Gattuso. Il tecnico azzurro manda in campo la formazione che presumibilmente tra sette giorni affronterà il Barcellona per la gara di ritorno che può valere il passaggio del turno in Champions. Al primo affondo il Napoli passa. E’ il 9′ quando con un’azione manovrata gli azzurri spostano la palla da destra a sinistra. La sfera arriva a Zielinski che serve dietro per l’accorrente Mertens. Scarico del belga per Fabian Ruiz, controllo di destro e conclusione a giro di sinistro che finisce all’incrocio dopo una leggera deviazione di Luis Felipe. Terza rete in stagione per lo spagnolo, che non segnava dal 21 febbraio nella trasferta di Brescia. La Lazio accusa il gol e quattro minuti dopo rischia di subire il raddoppio. Insigne è bravo a girarsi in un fazzoletto e a provare il diagonale che finisce di un soffio al lato. Nel momento migliore dei partenopei la Lazio trova il pareggio al 22′. Marusic vince un rimpallo e mette dentro il pallone per Immobile, che con un movimento perfetto elude la marcatura di Manolas e anticipa Ospina depositando il pallone sul primo palo. Trentasei reti per l’attaccante nato a Torre Annunziata, che eguaglia il record di 36 reti di Higuain stabilito proprio con la maglia del Napoli. Sul finale del primo tempo il Napoli si rende nuovamente pericoloso. E’ il 40′ quando al termine di un’azione manovrata Mario Rui servito da Mertens prova il sinistro a giro che termina di poco al lato. Si chiude praticamente qui il primo tempo, con le due squadre che tornano negli spogliatoi sul risultato di 1-1. Nella ripresa stesse formazioni del primo tempo e Napoli che pronti via confeziona subito un’occasione da gol. Lazzari regala il pallone a Mertens che cerca subito il classico taglio di Callejon sul secondo palo. Lo spagnolo in scivolata non trova l’impatto vincente con il pallone che termina sul fondo. Al 52′ splendida azione tutta di prima del Napoli. Zielinski serve dentro per Insigne, che sceglie il tempo giusto dell’inserimento. Palla al centro per Mertens che prova la conclusione potente che finisce al lato. Ma c’è un fallaccio di Parolo su Mertens. Calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Lorenzo Insigne, che spiazza Strakosha e regala il nuovo vantaggio al Napoli. La reazione della Lazio è tutta nell’azione personale di Correa che a porta a spasso la difesa del Napoli e da posizione impossibile conclude in porta colpendo il palo. Manolas atterra Immobile e in campo succede di tutto con diverse piccole mischie. Alla fine a pagarne le spese sono Mario Rui, Immobile, Gattuso e Inzaghi. Ancora un’azione tutta di prima del Napoli con la palla che arriva ad Insigne. Pallone sul secondo palo per Callejon che prova la girata al volo. Conclusione potentissima che finisce di un niente al lato. All’82’ si fa male Insigne su uno scatto. Il capitano si accascia a terra e chiede il cambio. Lacrime per l’esterno azzurro che rischia ora di saltare la gara di ritorno con il Barcellona. Possibile un problema all’adduttore per lui. Al 93′ straordinaria azione tutta di prima del Napoli con Mertens al limite finta il tiro e serve dentro un pallone delizioso per Politano, che supera Strakosha in uscita. Al triplice fischio ancora un accenno di rissa, poi sedata con qualche difficoltà. Il Napoli porta a casa un successo che fa bene solo al morale, in vista della gara di sabato prossimo con il Barcellona, ma resta l’apprensione per le condizioni di Insigne, uscito in lacrime per un problema muscolare.