Il Psg tenta Insigne: offerta di 70 milioni al Napoli

Il club azzurro non ha esigenza di vendere. De Laurentiis è stato molto chiaro: Insigne parte se arriva un'offerta da 100 milioni di euro, e se il giocatore manifesterà questa volontà. Per ora la società francese si è fermata a 70 milioni di euro, soldi che potrebbero bastare poi per acquistare un centravanti di peso, oltre a Lozano.

0
209

Entra nel vivo il mercato del Napoli, che continua a lavorare sulla formula giusta per sbloccare l’operazione James Rodriguez. Il colombiano vuole il Napoli, ed il club azzurro ha individuato in lui il colpo ad effetto per infiammare nuovamente la tifoseria. Registi di questa trattativa sono il tecnico Carlo Ancelotti, che ha già allenato il giocatore prima al Real Madrid, proprietario del cartellino e poi al Bayern Monaco, ultima società in ordine di tempo che ha avuto alle sue dipendenze il fantasista. Proprio Ancelotti ha esaltato le qualità del colombiano, prima in Spagna e poi in Germania e ora è pronto a farlo anche all’ombra del Vesuvio. L’altro punto cardine della trattativa è il procuratore del giocatore, il potente Jorge Mendes, che sta lavorando per trovare un’intesa economica tra le parti. Definita la formula per la cessione del calciatore: prestito oneroso con obbligo di riscatto, come richiesto dal presidente Florentino Perez. Il numero uno del Real dopo una campagna acquisti stratosferica che ha portato a Madrid Hazard dal Chelsea per 100 milioni, Jovic dall’Eintracth Francoforte per 70, Mendy del Lione per 50 milioni e altrettanti spesi per Militao, per un totale di 270 milioni, vuole cercare di monetizzare il più possibile dalla cessione del colombiano. Il Napoli accettando, potrebbe avere un sensibile sconto sul cartellino del fantasista, che potrebbe arrivare in riva al golfo per una cifra che oscilla tra i 42 e i 45 milioni di euro. L’operazione si farà, anche perché ci sono tutti i presupposti, soprattutto quelli economici, con il Napoli che andrà ad attingere dal tesoretto che sarà messo insieme dalle varie cessioni di quei calciatori che non rientrano nei piani del tecnico. Tra questi c’è Simone Verdi, che piace ad Atalanta e Torino. Il Napoli vuole cedere l’esterno, che non ha reso in maglia azzurra come si aspettavano tutti, ed accetterebbe solo la formula del prestito con obbligo di riscatto, o cessione a titolo definitivo. Intanto sempre in tema cessione, arriva una notizia dalla Spagna, che lascia spiazzati i tifosi azzurri. Il Villarreal è pronto a pagare la clausola di 4 milioni di euro inserita nel contratto di Albiol, che potrebbe così tornare a casa. Toccherà al difensore, che a settembre compirà 34 anni, decidere se accettare questa destinazione, che lo porterebbe ad appena una sessantina di chilometri da Valencia, la città che gli ha dato i natali. In Spagna sono convinti che il centrale accetterà l’offerta, con il Napoli che si ritroverà a dover intervenire sul mercato, acquistando un centrale di spessore da affiancare a Koulibaly. Si parla di Manolas della Roma, che potrebbe arrivare pagando semplicemente la clausola di 36 milioni di euro, con il greco ingolosito dalla possibilità di poter lottare per lo scudetto e di poter disputare la Champions. Chiudiamo con la questione Insigne, che è legata a doppio filo all’affare Lozano, altro profilo che il Napoli sta seguendo ormai da tempo. I due attaccanti sono gestiti dallo stesso procuratore, Mino Raiola, che potrebbe così portare a termine un doppio colpo, realizzando una doppia commissione. Insigne al Psg e Lozano al Napoli. E’ questo l’intreccio di mercato che nelle ultime ore sta prendendo corpo. Il club azzurro non ha esigenza di vendere, e De Laurentiis è stato molto chiaro: Insigne parte se arriva un’offerta da 100 milioni di euro, e se il giocatore manifesterà questa volontà. Per ora la società francese si è fermata a 70 milioni di euro, soldi che potrebbero bastare poi per acquistare un centravanti di peso, oltre al già citato Lozano. Il numero uno azzurro, però, rilancia e per ora la trattativa è in fase di stallo. Vedremo nelle prossime settimane se Mino Raiola saprà farla decollare, così da spostare le sue pedine. Lozano, però, potrebbe arrivare in azzurro indipendentemente dalla trattativa Insigne – Psg. Si lavora solo per limare le pretese economiche del Psv, mentre con il messicano c’è già l’accordo sulla base di in quinquennale.