Il teatro al tempo della peste: la scuola di Casa Babylon non si ferma

Il video, realizzato in occasione della Madonna delle galline, è disponibile da oggi sulle pagine social del gruppo

0
194

“Noi non ci fermiamo!”: questo il grido di battaglia degli allievi della Scuola Teatro di “Casa Babylon” di cui è direttore artistico Nicolantonio Napoli. Nonostante l’emergenza Covid-19 abbia fatto dire addio alle stagioni musicali, cinematografiche e teatrali in tutta Italia, i ragazzi di Casa Babylon Teatro non si sono fermati, anche se lontani dall’Auditorium del Centro Sociale di Pagani. Non si sono mai persi d’animo grazie ad Antonietta Capriglione, curatrice del laboratorio. Tutti insieme docenti, allievi e famiglie si sono organizzati per continuare le lezioni in modalità on line utilizzando le tante piattaforme digitali disponibili. Così, considerata l’eccezionalità del momento, hanno deciso di omaggiare anche la festività della Madonna delle Galline. Se tutto fosse andato come al solito, da ieri alle 18 sarebbe incominciato il rito. Per il 2020, è toccato, invece, vivere la festa in modo sospeso come le esistenze di tutti dal 5 marzo.
I ragazzi di Casa Babylon, per lasciare una traccia di allegria e omaggiare la festa della rinascita, hanno realizzato con Antonetta Capriglione un breve spettacolo video “Il teatro al tempo della peste”, rielaborazione del testo “I capelli del diavolo” di Roberto Piumini.
La copertina si apre con la voce eterna di Franco Tiano e una coppia di allievi che balla con nacchere e tammorre, anteprima degli originali contributi dei singoli attori in erba.
Il video “Il teatro al tempo della peste”, realizzato e costruito da Marika Ianniello con il contributo organizzativo di Maria Camilla Falcone per la regia di Antonetta Capriglione e la direzione artistica di Nicolantonio Napoli, è disponibile da oggi sulle pagine social di Casa Babylon Teatro.