Il trofeo Mangano-Lamanna a Givova Scafati

La compagine di Scafati, militante nel campionato di serie A/2 maschile, si è aggiudicata la diciannovesima edizione del memorial contro la JuveCaserta. Premio Izzo a Frazier; premio Manzo a Riccardo Rossato.

0
281

Givova Scafati–Sporting Club Juve Caserta 100-57
(22-20, 48-25, 72-40)

Givova Scafati: Crow 14, Rossato 10, Frazier 26, Fall 5, Putney 18, Contento 4, Cucco 3, Ammannato 6, Tommasini 5, Grimaldi, Lupusor 7, Markovic 2. All. Griccioli.
Sporting Club Juve Caserta: Valentini, Assan 13, Giuri 8, Cousin 8, Tourel 10, Stanic 5, Bianchi 5, Paci 4, Souza 4. All. Gentile.
Arbitri: Belfiore, Beneduce e Agnese.

La Givova Scafati Basket, militante nel campionato di serie A/2 maschile, superando per 100-57 lo Sporting Club Juve Caserta, al palaMangano si è aggiudicata la diciannovesima edizione del Memorial Mangano-Lamanna. Il trofeo è stato consegnato dal vice-presidente gialloblu Luigi Di Lallo a capitan Crow, mentre la coppa per il secondo classificato, è stata affidata da Antonio Lamanna a capitan Giuri. La partita è durata solo un tempo, il primo, (22-20) poi ha dilagato la Givova Scafati con Frazier, Putney, Rossato e Crow protagonisti di giornata. Da segnalare che il Caserta di coach Gentile non ha potuto impiegare gli americani e ha dovuto fare i conti con una panchina corta. Il premio “Mimì Izzo” al maggior realizzatore, è stato assegnato a Frazier e consegnato da Veronica Izzo, figlia del compianto Mimì, figura storica della pallacanestro scafatese.
Il premio “Emanuele Manzo”, in ricordo del diciottenne tifoso gialloblu prematuramente venuto a mancare a causa di un incidente stradale, è stato consegnato da Raffaele Manzo, fratello di Emanuele, a Riccardo Rossato, considerato miglior giovane. Presenti al Memorial “Mangano-Lamanna” anche i consiglieri comunali di Scafati Nunzia Di Lallo e Nicola Cascone.
“Ho apprezzato l’intensità e la squadra ha disputato una buona partita – il commento di Giulio Griccioli, tecnico della Givova Scafati Basket – mi sono piaciute attenzione e precisione nell’applicare le regole difensive e le nuove giocate offensive. Era la gara d’esordio per Putney, che ci ha dato una dimensione diversa rispetto al match esterno con la Roma. Normali le gambe pesanti in questa fase iniziale della preparazione. Il punteggio però lascia il tempo che trova, perché Caserta non ha potuto impiegare gli americani e perché si lavora tanto per prepararsi alla nuova stagione.”
Intanto, il 4 settembre prossimo, al palaMangano, in programma il match di allenamento a porte chiuse con la Partenope Napoli, mentre l’8 settembre, la Givova Scafati giocherà in trasferta, al palaBianchini, con Latina, la gara valida per la qualificazione alla SuperCoppa LNP.