Insigne, Callejon e Zielinski ipotecano gli ottavi dell’Europa League

Tre a uno il risultato finale per gli azzurri, che hanno dominato la gara dall'inizio alla fine, senza mai subire i padroni di casa, in gol solo grazie ad un calcio di rigore discutibile per fallo di mani di Maksimovic

0
316

ZURIGO (3-4-3): Brecher; Nef, Bangura, Maxso; Untersee, Kryeziu, Domgjoni (1′ st Marchesano), Kharabadze; Winter (22′ st Cessay), Odey (35′ st Khelifi), Kololli. Allenatore: Magnin

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (31′ st Luperto); Callejon, Allan (15′ st Diawara), Fabian Ruiz, Zielinski; Insigne (23′ st Ounas), Milik. Allenatore: Ancelotti

ARBITRO: Milorad Mazic

MARCATORI: pt 11′ Insigne, 22′ Callejon; st 32′ Zielinski, 38′ Kololli

NOTE: Ammonito Untersee, Kryeziu, Ghoulam

Il Napoli liquida la pratica Zurigo, ed ipoteca il passaggio del turno agli ottavi di finale dell’Europa League. Tre a uno il risultato finale per gli azzurri, che hanno dominato la gara dall’inizio alla fine, senza mai subire i padroni di casa, in gol solo grazie ad un calcio di rigore discutibile, per fallo di mani di Maksimovic. Le reti degli azzurri portano la firma di Insigne e Callejon nel primo tempo, e di Zielinki nella ripresa. Ancelotti deve rinunciare ad Albiol, operatosi a Londra per un problema al tendine del ginocchio, e a Mario Rui, fermo ai box per noie muscolari, oltre a Mertens che va in tribuna. Spazio, quindi, alla coppia Milik – Insigne, che dopo appena 12′ minuti regala subito il vantaggio alla formazione azzurra. Errore di Brecher, che sulla pressione di Milik controlla male con i piedi. Il polacco gli soffia il pallone, si gira e serve Insigne che a porta vuota deve solo depositare la palla in rete. La reazione svizzera arriva cinque minuti dopo, ed è affidata al piede di Benjamin Kololli, che prova la conclusione, dopo aver controllato un pallone pericoloso al limite dell’area azzurra. Il Napoli preme alla ricerca del gol del raddoppio, che arriva al 22′. Insigne apre per Malcuit sulla corsa. Il francese guadagna il fondo ed effettua una traversone basso verso il centro. Lo stesso Insigne non trova l’impatto con il pallone, ma alle sue spalle c’è Callejon che colpisce perfettamente, con la sfera che termina la sua corsa alle spalle del portiere. Il Napoli è padrone del campo e si rende pericoloso almeno in un altro paio di occasioni. Alla mezz’ora con un colpo di testa di Zielinski, che termina di pochissimo al lato, e poi con una conclusione da fuori di Milik, deviata dall’estremo difensore dello Zurigo. Il Napoli chiude in attacco la prima frazione di gioco, e dopo un minuto di recupero torna negli spogliatoi in vantaggio di due reti a zero. Nella ripresa, subito un cambio per lo Zurigo, che manda in campo Marchesano al posto di Domgjoni. Ma è il Napoli a partire forte e a sfiorare il gol del tre a zero. Azione tambureggiante dei partenopei, con Zielinski che a porta vuota salta un paio di avversari prima di provare la conclusione murata da un difensore. Il polacco serve il pallone al centro, Milik fa velo per Callejon che conclude sul primo palo, con la palla deviata in corner. La reazione dello Zurigo è tutta in una conclusione dal limite del neo entrato Marchesano, che finisce abbondantemente al lato. Intanto girandola di sostituzioni, con Ancelotti che pensa alla gara di domenica sera con il Torino al San Paolo, e richiama in panchina, prima Allan e poi Insigne. Il Napoli prova a chiuderla e direttamente da corner ci prova Koulibaly di testa, con Brecher che alza il pallone ancora in corner. Gli azzurri continuano a spingere e al 77′ trovano la rete del 3-0. Callejon dalla destra serve al centro per l’accorrente Zielinski. Il polacco taglia verso il centro, controlla il pallone in corsa e con una serie di dribbling ubriacanti, mette a sedere tutta la difesa dello Zurigo. Conclusione potente e palla in rete. La reazione dei padroni di casa è affidata al conclusione di Marchesano, che da buona posizione spara alto sulla traversa. Lo Zurigo trova il gol della bandiera all’83’ per un fallo di mano di Maksimovic in piena area. Sul dischetto si presenta Benjamin Kololli che con un cucchiaio spiazza Meret e deposita il pallone in rete. Nell’ultimo dei quattro minuti di recupero succede praticamente di tutto, con lo Zurigo che colpisce una traversa e sul pallone di ritorno, Meret si oppone con il corpo, salvando la sua porta. Sul capovolgimento di fronte, contropiede degli azzurri con Ounas che dopo essersi fatto tutto il campo in velocità, solo davanti al portiere, si fa deviare la conclusione in corner. Neanche il tempo di battere il calcio d’angolo, che arriva il triplice fischio del direttore di gara, con gli azzurri che tornano a casa con un successo importante per 3-1, che proietta i partenopei agli ottavi di finale di Europa League.