KO a Cremona, fallisce l’assalto al secondo posto

Una rete di Ciofani condanna i granata che contro la Cremonese provavano a raggiungere le zone alte della classifica

0
96

Cremonese (3-5-2): Agazzi; Ravanelli, Bianchetti, Terranova; Mogos, Kingsley (23’ st Arini), Gustafson, Valzania (46’ st Soddimo), Migliore; Ciofani, Ceravolo (36’ st Palombi). A disposizione: Ravaglia, De Bono, Claiton, Piccolo, Boultam, Castagnetti, Zortea, Renzetti. Allenatore: Marco Baroni

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi (31’ st Cicerelli), Akpa Akpro, Di Tacchio, Maistro (34’ st Firenze), Kiyine; Gondo, Jallow (25’ st Giannetti). A disposizione: Vannucchi, Lopez, Odjer, Djuric, Kalombo, Pinto. Allenatore: Gian Piero Ventura

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli (Bercigli/Perrotti). IV uomo Simone Sozza di Seregno

Reti: 27’ st Ciofani

Ammoniti: Ravanelli, Migliore, Gustafson, Ceravolo (C), Akpa Akpro, Maistro (S)

Angoli: 6-5

Recupero: 1’ pt – 5’ st

Spettatori: 7846 di cui 883 da Salerno

Fallisce l’assalto al secondo posto per la Salernitana, che cade allo “Zini” per mano di Daniel Ciofani, autore della rete che ha regalato il successo ai padroni di casa della Cremonese. Una vittoria, quella per i grigiorossi che arriva dopo un mese e mezzo, e che mette fine ad una serie di risultati negativi, stemperando il clima di contestazione che ha regnato durante tutti i 90′ minuti di gioco. Moduli speculati per Cremonese e Salernitana, che allo Zini si giocano punti importanti per obiettivi differenti. Padroni di casa alla ricerca di punti per rientrare nelle zone nobili della classifica, ed uscire da questa crisi profonda, granata che puntano dritto al secondo gradino del podio. Ventura conferma la coppia offensiva formata da Gondo e Jallow, con i recuperati Firenze, Cicerelli e Giannetti che si accomodano in panchina. Baroni si affida alla coppia gol Ceravolo – Ciofani, con quest’ultimo che dopo tre giri di lancette sul lancio in verticale di Valzania si ritrova tutto solo davanti a Micai, m non aggancia il pallone. La risposta della Salernitana arriva due minuti dopo con Lombardi che va via sulla destra. Traversone tagliato sul secondo palo per la testa di Kiyine, che non inquadra la porta, spedendo la sfera sul fondo. La Cremonese al 14′ costruisce la prima vera occasione per passare in vantaggio. Mogos dalla sinistra serve un traversone con i giri giusti per la testa di Ciofani, che in torsione colpisce in pieno il palo. I padroni di casa premono e tre minuti dopo Ceravolo spacca in due la difesa granata, si allarga sulla destra e prova il rasoterra, allontanato dall’ottimo Jaroszynski. E’ un momento buono per i lombardi, che con Valzania sfiorano ancora la rete del vantaggio. Il centrocampista approfitta di un errore della difesa per trovarsi a tu per tu con Micai. Miracolo dell’estremo difensore della Salernitana. Ancora Micai protagonista in positivo, con un intervento provvidenziale a schiaffeggiare in corner il pallone, su colpo di testa di Terranova. Dagli sviluppi del corner arriva la conclusione di Mogos, con l’estremo difensore granata ancora protagonista ad allontanare la palla. La risposta granata arriva al 32′ con Jallow dalla distanza, che prova ad imitare la rete di sabato scorso contro l’Entella, ma questa volta il gambiano trova sulla sua strada l’ottimo Agazzi che devia in corner. Tre minuti dopo la Salernitana protesta per un presunto fallo in area su Lombardi da parte di Migliore, ma per il signor Minelli non ci sono gli estremi per assegnare il penalty. La Salernitana spreca un contropiede con Di Tacchio, che sbaglia l’appoggio ad un compagno, e sul capovolgimento di fronte la Cremonese trova ancora sulla propria strada un Micai straordinario. L’estremo difensore granata prima dice di no a Valzania, poi con il piede chiude la porta anche al diagonale di Kingley. Dopo un minuto di recupero arriva il duplice fischio del signor Minelli, che manda negli spogliatoi le due formazioni sul risultato di 0-0. Nella ripresa, stessi schieramenti dei primi 45′ minuti, con la Salernitana che parte forte e al 53′ costruisce l’occasione per passare in vantaggio. Si tratta in realtà di una tripla chance che vede prima Gondo provare il cucchiaio, con Agazzi che si fa trovare pronto nella ribattuta. Il più lesto di tutti è Kiyine che sfrutta il tap in, e con una sterzata mette a sedere il diretto marcatore e dal dischetto prova il destro, murato sulla linea da Terranova. La palla rimane lì e Lombardi prova ancora la battuta a rete, con la palla respinta nuovamente da Terranova. La risposta dei grigiorossi è tutta nella girata di Ciofani al 63′, che finisce di un soffio al lato. Cremonese ancora pericolosa cinque minuti dopo con Kingsley, abile a sfruttare un errore di Jaroszynski e ad involarsi verso la porta di Micai. Conclusione potente, con Micai che ci mette i pugni e devia il pallone. Esce Jallow, al suo posto Giannetti, e la Cremonese trova la rete del vantaggio. E’ il 72′ quando Mogos dalla destra disegna un traversone perfetto, con Micai che ci mette il pugno smanacciando. La palla però si alza a campanile e rimane lì, con Ciofani che in girata trova una conclusione sporca che finisce in rete. Proteste della Salernitana, per una presunta posizione irregolare di Ceravolo, che però viene ritenuta regolare dal collaboratore di linea. Due minuti dopo ancora sull’asse Mogos – Ciofani, arrivano pericoli dalle parti di Micai. Questa volta la girata di testa dell’attaccante termina al lato di un soffio. La Salernitana va vicina al pareggio all’80, con Migliorini che di testa dagli sviluppi di un corner, spedisce il pallone di poco al lato. Gli ultimi cinque minuti di recupero sono un vero e proprio assalto da parte della formazione allenata da Ventura, che però non porta pericoli importanti alla porta di Agazzi. Finisce con il successo della Cremonese per 1-0, il primo della gestione Baroni, che fino alla rete di Ciofani aveva dominato il match, per poi sparire letteralmente messa sotto dalla pressione dei granata.