Domani, 16 maggio, all’Università di Salerno seconda e ultima giornata del convegno “La pasta e l’uomo, una storia di tradizione e innovazione“.
Ideato e organizzato da Stefano d’Atri (foto), Manuela Militi  e Libero Sesti Osséo, con il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici, del Dipartimento di Ingegneria Industriale e del Centro interuniversitario di studi e ricerche sulla storia delle paste alimentari in Italia dell’Università degli Studi di Salerno, il convegno, conformemente allo spirito della Scuola Medica Salernitana, prima Universitas Studiorum, affronta in chiave interdisciplinare il tema della pasta, catalizzatore di svariati interessi in cui si ritrovano culture, colture, storia, tradizione, tecnologia, antropologia e industria.


LocandinaProgramma