La trazione anteriore non paga, solo pari a San Siro

Ancelotti schiera quattro attaccanti e due centrocampisti offensivi, ma gli azzurri non sfondano il muro di un Milan molto ordinato, che nel finale rischia addirittura di vincere. Espulsi Fabian Ruiz (doppio giallo) e Ancelotti

0
332

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetá (69′ Borini); Suso, Cutrone (72′ Piatek), Calhanoglu (90′ Laxalt). Allenatore: Gattuso

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (72′ Ghoulam); Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne (88′ Ounas); Mertens (80′ Verdi), Milik. Allenatore: Ancelotti

Ammoniti: Cutrone (M), Albiol (N)

Espulso: Ruiz (N) al 93′ per doppio giallo. Espulso Carlo Ancelotti per proteste

Finisce zero a zero la prima delle due sfide in programma in tre giorni tra Milan e Napoli. Emozioni a “San Siro” soprattutto nella ripresa, con il Napoli che ha sfiorato più volte la rete della vittoria, trovando sulla sua strada un ottimo Donnarumma. Un punto, per gli azzurri, che muove la classifica portando gli uomini di Ancelotti a -8 dalla Juventus impegnata domani sera all’Olimpico contro la Lazio. Ancelotti schiera in campo da subito tutte le sue bocche di fuoco, con Mertens, Insigne e Milik, oltre a Callejon e Zielinski. Fabian Ruiz in cabina di regia, mentre in difesa Malcuit la spunta su Hysaj. Gattuso conferma tutte le indiscrezioni della viglia, con il neo acquisto Piatek che si accomoda in panchina, al centro dell’attacco confermato Patrik Cutrone. Il primo squillo del match è di marca partenopea. E’ il sesto minuto quando Insigne dalla sinistra, vede il perfetto inserimento sul versante opposto di Callejon. Conclusione potente di esterno dello spagnolo, Donnarumma si allunga e devia il pallone in angolo. Quattro minuti dopo arriva la risposta del Milan. Calhanoglu verticalizza per Cutrone, che si inserisce alla perfezione, e sulla pressione di Koulibaly prova la conclusione che si spegne sull’esterno della rete. Al 15′ ancora Insigne protagonista. Questa volta il capitano azzurro controlla un buon pallone, accelera verso il centro e prova la conclusione a giro con il destro. Palla che termina larga di pochissimo. Il Milan non trova spazi per affondare e quindi ci prova dalla distanza, ancora con Calhanoglu. Ospina blocca il pallone in due tempi. La risposta azzurra sempre da fuori è affidata a Zielinski, che all’andata ha realizzato una doppietta contro i rossoneri al “San Paolo”. Il polacco prova la conclusione con il mancino, ma la palla termina sul fondo. Sul finire del primo tempo è il brasiliano Paquetà, all’esordio qui a “San Siro” questa sera, a provarci dalla distanza. La mira non è delle migliori e la sfera si perde al lato della porta di Ospina. Dopo un minuto di recupero arriva il fischio del signor Doveri, che manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di zero a zero. Nella ripresa partenza decisa del Milan che dopo due minuti sfiora subito la rete. Pallone basso al centro, Albiol rinvia corto sui piedi di Kessie che salta lo spagnolo e al momento della conclusione trova l’opposizione di Malcuit, che devia in corner salvando la porta azzurra. La risposta del Napoli è tutta nella conclusione di Callejon che termina di pochissimo oltre la traversa della porta difesa da Donnarumma. Napoli ancora pericoloso al 62′ minuto. Mertens fa tutto da solo, penetra nell’area rossonera e dal fondo prova a rimetterla al centro cercando Insigne, esce in presa alta Donnarumma e fa sua la sfera. Tre minuti dopo ancora Napoli pericoloso. Insigne cerca Zielinski in sovrapposizione. Pallone basso e teso del polacco, che diventa un assist perfetto per Arkadiusz Milik che prova la girata, parata di Donnarumma. Il Napoli aumenta il ritmo, con il Milan che perde campo arretrando irrimediabilmente. Al 67′ ci prova Malcuit dalla destra, traversone al centro messo fuori dalla difesa rossonera. La palla arriva a Zielinski che conclude al volo di collo pieno, parata di Donnarumma in due tempi. Gattuso capisce che bisogna cambiare qualcosa e manda in campo prima Borini al posto di Paquetà e qualche minuto dopo fa esordire il polacco Piatek, arrivato dal mercato di riparazione dal Genoa per sostituire il partente Higuain ceduto al Chelsea. Ancelotti risponde inserendo Ghoulam al posto di Mario Rui, per dare maggiore spinta sulla corsia mancina. Il Milan però prende campo e in contropiede mette i brividi al Napoli. Pallone in profondità per il neo entrato Piatek. Koulibaly con un provvidenziale intervento in scivolata, devia il pallone in corner, ma si scontra con Ospina che rimane a terra colpito alla caviglia. Dagli sviluppi del corner battuto da Suso, colpo di testa di Piatek, che serve Musacchio. Il difensore prova la girata in mezza rovesciata, Ospina si supera e con un balzo devia il pallone. All’88’ azione manovrata degli azzurri con Insigne che scarica al centro una palla fuori per Zielinski. L’esterno destro del polacco, però, termina di poco al lato. Il Napoli prova a rendersi pericoloso in contropiede, con lo scarico per l’accorrente Zielinski. Conclusione troppo centrale, parata ancora da Donnarumma. Nel finale il Napoli perde Fabian Ruiz per doppio giallo. Un cartellino che fa arrabbiare Ancelotti, che dopo un minuto a causa delle veementi proteste, viene espulso dal direttore di gara. Dopo 6′ minuti di recupero termina la gara, con Milan e Napoli che non vanno oltre lo zero a zero.