A Lecce Ancelotti medita il turnover

Fabian Ruiz potrebbe riposare in mediana: Zielinski è candidato a vestire una maglia da titolare. Milik pronto all'esordio stagionale

0
253

Mentre i tifosi sognano ancora riguardando le immagini della splendida notte del San Paolo, che ha visto il Napoli battere i campioni d’Europa del Liverpool, la squadra già pensa alla prossima trasfera di campionato in programma a Lecce. Già all’indomani della gara con i Reds, gli azzurri hanno messo nel mirino la sfida con i salentini. Ancelotti è stato chiaro: “Testa subito al Lecce”. Il campionato impone di non distrarsi, nonostante sulla carta l’avversario possa sembrare inferiore. I giallorossi di Liverani sono reduci dall’impresa di Torino contro i granata, battuti per 2-1 nel posticipo della terza giornata di campionato. Ancelotti sa benissimo che bisogna mantenere alta la concentrazione perché gare come queste possono nascondere mille insidie. Guai a pensare di aver già vinto. L’avversario va sempre affrontato, e il Napoli deve farlo con il piglio della grande squadra, tornando da Lecce con l’intera posta in palio. Il campionato, mai come quest’anno, è apertissimo e a dimostrarlo c’è una classifica che mostra un reale equilibrio nelle zone alte, con Inter, Juventus e appunto Napoli, che battaglieranno fino alla fine per la conquista dello scudetto. Tornando alla gara del Via del Mare, Ancelotti è pronto ad operare un leggero turnover rispetto alla sfida con il Liverpool. I primi due cambi potrebbero registrarsi in difesa, dove Ancelotti potrebbe dare un turno di riposo a Di Lorenzo, mandano in campo Malcuit, mentre a sinistra Mario Rui lascerebbe il posto a Ghoulam. In mediana Fabian Ruiz potrebbe riposare, con Zielinski candidato a vestire una maglia da titolare. In attacco sembra sia arrivato il momento di Milik, che ha recuperato dal problema muscolare ed è pronto a fare il suo esordio stagionale. A fargli posto di sarà uno tra Lozano e Mertens, con il messicano candidato alla panchina insieme a Llorente, anche per farlo rifiatare dopo il tour de force delle ultime due settimane tra Nazionale e squadra di club.