Linea storica Napoli-Salerno, caos almeno fino all’Epifania

A Trenitalia comunicato stamattina che non saranno ultimati prima del 6-7 gennaio i lavori di messa in sicurezza, causati dalla frana avvenuta del 24 dicembre. Il Gruppo Pendolari: «Ci auguriamo la previsione sia giusta. Ma vanno fermate le cancellazioni selvagge, indipendentemente dall'ultimo problema»

0
898

Caos e disagi sulla linea storica Napoli-Salerno, il ritorno alla normalità – si fa per dire – non avverrà prima del 6-7 gennaio. A spiegarlo è Pietro Diamantini, direttore regionale Trenitalia “Campania-Molise”. Ai dirigenti di Trenitalia, stamattina, è stata comunicata la road map dei lavori, avviati per la frana sui binari del 24 dicembre. Dalla vigilia di Natale, infatti, è off limits il tratto fra le stazioni di Torre Annunziata Centrale e Santa Maria la Bruna. «Siamo in attesa che i lavori di ripristino siano completati – afferma Diamantini -, la previsione è che ciò avvenga per il 6 o il 7 gennaio. Dopo di che avremo la ripresa della circolazione senza limitazioni». Il direttore regionale di Trenitalia, tuttavia, aggiunge che tale data potrebbe subire ulteriori slittamenti. Tutto dipende dalle opere di messa in sicurezza, effettuate da Rfi, proprietaria delle rete. In ogni caso «non dipende da noi – ribadisce Diamantini-, stiamo aspettando come tutti». In questa fase è attivo il servizio sostitutivo, con bus tra Santa Maria la Bruna e Torre Annunziata. Ma il protrarsi del problema, fra ritardi e cancellazioni, non lascia affatto tranquilli i pendolari. «Voglio sperare davvero – dichiara Alfonso Tulipano, portavoce del Gruppo Pendolari Linea Storica Napoli Salerno – che per l’Epifania sia tutto risolto, non possono trascinare oltre questo disagio. Altrimenti, dopo tale data interverremo energicamente. Non ci possono prendere in giro e giocare sulla pelle di lavoratori e studenti». Ma una volta archiviata la frana del 24 dicembre, i nodi resteranno tutti sul tavolo. Di fronte all’odierna cancellazione del treno 21241, Tulipano chiede «una indagine» a Trenitalia e alla Regione, contraenti del contratto di servizio ferroviario. «Questo – dice – è un treno fondamentale per pendolari e studenti, non può essere soppresso. Ma nemmeno gli altri treni devono essere soppressi, questa è una linea disagiata ed in emergenza». La richiesta dei pendolari è che «si smetta con queste soppressioni selvagge a macchia di leopardo, che vanno avanti dal cambio orario di dicembre 2019, anzi dalla accensione delle luci d’artista a Salerno». Per adesso si procede in un tourbillon di variazioni, con l’orario rivoluzionato ogni giorno. Qui sotto pubblichiamo l’aggiornamento alle 6 di oggi 2 gennaio.

Treni direttamente coinvolti:

NT7 Salerno (21:08) – Torre Annunziata Centrale (21:56)

Treni parzialmente cancellati:

R 3385 Napoli Centrale (17:09) – Avellino (18:52): origine da Nocera Inferiore (17:58)
R 3386 Salerno (20:08) – Napoli Centrale (21:38): limitato a Torre Annunziata Centrale (20:56)
M 21279 Napoli Campi Flegrei (16:02) – Salerno (17:53): limitato a Santa Maria La Bruna (16:55)
M 21281 Napoli Campi Flegrei (16:32) – Salerno (18:23): origine da Torre Annunziata Centrale (17:30)
M 21284 Salerno (16:38) – Napoli Campi Flegrei (18:28): limitato a Torre Annunziata Centrale (17:26)
M 7702 Castellammare di Stabia (16:53) – Napoli Campi Flegrei (18:13): origine da Santa Maria La Bruna (17:17)
M 21283 Napoli Campi Flegrei (17:02) – Salerno (18:53): limitato a Santa Maria La Bruna (17:55)
M 21286 Salerno (17:08) – Napoli Campi Flegrei (18:58): origine da Santa Maria La Bruna (18:02)
M 21285 Napoli Campi Flegrei (17:32) – Salerno (19:23): origine da Torre Annunziata Centrale (18:30)
M 21288 Salerno (17:38) – Napoli Campi Flegrei (19:28): limitato a Torre Annunziata Centrale (18:26)
M 7721 Napoli Campi Flegrei (17:47) – Castellammare di Stabia (19:07): limitato a Santa Maria La Bruna (18:40)
M 7724 Castellammare di Stabia (17:53) – Napoli Campi Flegrei (19:13): origine da Santa Maria La Bruna (18:17)
M 21287 Napoli Campi Flegrei (18:02) – Salerno (19:53): origine da Torre Annunziata Centrale (19:00)
M 21290 Salerno (18:08) – Napoli Campi Flegrei (19:58): limitato a Torre Annunziata Centrale (18:56)
M 21289 Napoli Campi Flegrei (18:32) – Salerno (20:23): limitato a Santa Maria La Bruna (19:25)
M 21292 Salerno (18:38) – Napoli Campi Flegrei (20:28): origine da Santa Maria La Bruna (19:32)
M 7743 Napoli Campi Flegrei (18:47) – Castellammare di Stabia (20:07): limitato a Santa Maria La Bruna (19:40)
M 21291 Napoli Campi Flegrei (19:02) – Salerno (20:53): origine da Torre Annunziata Centrale (20:00)
M 21294 Salerno (19:08) – Napoli Campi Flegrei (20:58): limitato a Torre Annunziata Centrale (19:56)
M 21293 Napoli Campi Flegrei (19:32) – Salerno (21:24): limitato a Santa Maria La Bruna (20:25)
M 21296 Salerno (19:38) – Napoli Campi Flegrei (21:28): origine da Santa Maria La Bruna (20:32)
M 7736 Castellammare di Stabia (19:53) – Napoli Campi Flegrei (21:13): origine da Santa Maria La Bruna (20:17)
M 21295 Napoli Campi Flegrei (20:02) – Salerno (21:53): origine da Torre Annunziata Centrale (21:00)
M 21297 Napoli Campi Flegrei (20:32) – Salerno (22:23): limitato a Santa Maria La Bruna (21:25)
M 7758 Castellammare di Stabia (20:53) – Napoli Campi Flegrei (22:13): origine da Santa Maria La Bruna (21:17)
M 21299 Napoli Campi Flegrei (21:02) – Salerno (22:53): origine da Torre Annunziata Centrale (22:00)
M 21282 Salerno (21:08) – Napoli Campi Flegrei (22:58): origine da Santa Maria La Bruna (22:02)
M 21300 Salerno (21:38) – Napoli Campi Flegrei (23:28): limitato a Torre Annunziata Centrale (22:26) e origine da Santa Maria La Bruna (22:32)
M 21265 Napoli Campi Flegrei (21:39) – Salerno (23:30): limitato a Santa Maria La Bruna (22:33) e origine da Torre Annunziata Centrale (22:36)

Treno istradato su percorso alternativo, via Monte del Vesuvio, con fermate intermedie servite da servizio sostitutivo con bus:

R 3383 Napoli Centrale (16:00) – Eboli (18:00)