Lozano e Llorente pronti all’esordio al San Paolo

In calendario ci sono due sfide importanti: l'esordio a Napoli contro la Samp e la sfida di Champions contro il Liverpool. De Magistris sulla questione degli spogliatoi: "Entro sabato in regola"

0
441

“Abbiamo lavorato tutta l’estate per agevolare il Napoli, non meritiamo tali accuse. Arriviamo un po’ sotto la gara, ma era inevitabile. Proprio l’altro ieri ho fatto un sopralluogo con Formisano e non ha avuto nulla da eccepire, tra l’altro abbiamo seguito le loro indicazioni, gli arredi li hanno scelti loro”. E’ questa la riposta di Gianluca Basile, commissario straordinarie per l’Universiade, alle dichiarazioni apparse ieri sul sito ufficiale del Napoli, rilasciate da Carlo Ancelotti. “Stiamo lavorando – prosegue il commissario Basile – con l’apporto tecnico del comune. Forse avranno trovato sporchi gli spogliatoi, di certo non faremo entrare i calciatori in un cantiere. Le pulizie saranno completate domani e oggi farò un ulteriore sopralluogo. Non ci saranno problemi. Sono molto dispiaciuto per queste parole”. Secca anche la risposta del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto sulla questione spogliatoi del San Paolo, che ha scaricato la colpa del ritardo sulla Regione Campania, anche se ha rassicurato tutti che i lavori termineranno in tempo per poter consentire al Napoli di disputare tranquillamente la gara in programma sabato pomeriggio contro la Sampdoria a Fuorigrotta. “Lo spogliatoio dello stadio San Paolo di Napoli è a carico delle Universiadi, il Commissario Basile si è preso l’impegno. Ma comunque entro sabato sarà sicuramente messo in regola. Questa situazione non fa altro che mettere in evidenza le competenze: lo stadio San Paolo è sotto l’amministrazione del Comune, mentre lo spogliatoio della Regione. Questo tema, quindi, riguarda Basile, De Luca e De Laurentiis e non è di competenza del comune”. Intanto dopo il comunicato ufficiale che riportava la dichiarazioni di Ancelotti, andato personalmente nel ventre del San Paolo per visionare lo stato dei lavori, la società azzurra ha diffuso sui propri canali social un video che mostra le attuali condizioni degli spogliatoi dell’impianto di Fuorigrotta a due giorni dalla sfida con la Sampdoria. Intanto sul fronte squadra, migliorano le condizioni di Lorenzo Insigne, che potrebbe addirittura recuperare per la panchina. L’obiettivo dello staff sanitario azzurro è quello di riavere il capitano abile e arruolabile per la sfida con il Liverpool martedì sera. Insigne proverà qualche ora prima della gara con la Sampdoria, per valutare la possibilità di sedersi accanto ad Ancelotti, mentre per Milik nessuna chance di essere convocato. Il polacco sta migliorando, ma per lui potrebbe esserci la prima convocazione stagionale contro i Redes. Ancelotti sta studiando varie possibilità da proporre contro la formazione ligure allenata da Di Francesco. Una di questa potrebbe prevedere l’utilizzo di Callejon a destra, con Younes a sinistra, mentre al centro dovrebbe toccare a Mertens, visto che Lozano arriverà solo oggi e dovrà smaltire il fuso orario. Ancelotti valuterà solo domani se schierare dal primo minuto il messicano, oppure portarlo in panchina e farlo esordire davanti al pubblico amico a gara in corso, come già accaduto allo Stadium con la Juventus. Al centro dell’attacco, come unico terminale offensivo del 4-2-3-1, si fa strada la possibilità di vedere in campo dal primo minuto lo spagnolo Llorente. Una tentazione, questa, visto che l’attaccante iberico non ha sicuramente nelle gambe tutti i 90 minuti, come dichiarato da lui stesso durante la presentazione ufficiale.