Magia di Fabian, azzurri corsari al Meazza

Gli uomini di Gattuso si aggiudicano il primo round della semifinale di Tim Cup. Decisivo un gol dello spagnolo. Prova di carattere e di sacrificio di tutta la squadra. Retour match il 5 marzo al San Paolo

0
115
Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

INTER (3-5-2): Padelli; Skriniar (1′ st D’Ambrosio), de Vrij, Bastoni; Moses (74′ Sanchez), Barella, Brozovic, Sensi (65′ Eriksen), Biraghi; Lukaku, Lautaro. A disp. Handanovic, Stankovic, Berni, Godin, Vecino, Ranocchia, Young, Borja Valero, Candreva. All. Conte.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski (81′ Allan); Callejon (77′ Politano), Mertens (72′ Milik), Elmas. A disp. Meret, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Insigne, Koulibaly, Lobotka. All. Gattuso.

ARBITRO: Calvarese.

RETE: 57′ Fabian Ruiz

AMMONITI: Skriniar, Manolas, Ospina

Vince il Napoli il match d’andata della semifinale di Coppa Italia contro l’Inter. Gli azzurri si impongono a San Siro grazie ad una rete di Fabian Ruiz nella ripresa e si confermano squadra di coppa. Buon primo tempo del Napoli che dopo undici minuti si rende pericoloso con una combinazione tutta di prima. Fabian Ruiz serve sulla destra Callejon. Traversone basso a cercare l’inserimento centrale di Mertens, che dal limite prova subito la conclusione che finisce alta sulla traversa. Sei minuti dopo arriva la risposta dell’Inter. Biraghi sulla sinistra va via a Di Lorenzo e dal fondo cerca Lautaro sul primo palo. Colpo di testa in avvitamento dell’attaccante e palla oltre la traversa. Ancora Biraghi protagonista, questa volta su calcio da fermo, ma la mira non è perfetta e la palla finisce al lato. Alla mezz’ora Manolas veste i panni del rifinitore e trova in verticale Elmas. Ingresso in aria del giovane macedone che prova il diagonale sporcato da Padelli e poi allontanato in angolo dalla difesa. Sul tramonto del primo tempo il Napoli sfiora il vantaggio. Palla in verticale di Mertens per Zielinski. Conclusione del polacco che prova il colpo sotto, con Padelli che compie un vero e proprio miracolo in uscita deviando con un braccio il pallone che poi finisce sul polso di De Vrij. Proteste del polacco, ma per Calvarese non ci sono gli estremi per assegnare il calcio di rigore. Nella ripresa l’Inter parte bene, ma il Napoli con una tattica attendista si abbassa ed è pronto a ripartire in contropiede. I nerazzurri ci provano al 50′ con un colpo di testa di Lukaku, bloccato senza problemi da Ospina. Sette minuti dopo, però, è il Napoli a passare in vantaggio. Azione insistita di Fabian Ruiz, che cerca e trova lo scambio con Elmas. Lo spagnolo al limite cerca lo spazio per la conclusione e sfodera un sinistro potente che si infila nel sette alle spalle di Padelli. Secondo gol stagionale per lo spagnolo, che non andava in rete dallo scorso 22 settembre nel 4-1 in casa del Lecce. L’Inter prova a spingersi in avanti alla ricerca del pareggio e al 75′ ci va molto vicina. Lautaro va via sulla destra, salta Di Lorenzo ma il raddoppio di Demme gli sporca il pallone messo al centro. Si innesca una mischia in area di rigore, con Lukaku che non trova l’impatto vincente con la sfera che poi carambola su Manolas e per poco non finisce sul palo, con Ospina che blocca e sbroglia la matassa. Doppia occasione per l’Inter prima con Lautato e poi con Eriksen che dalla distanza prova la conclusione sporcata da Maksimovic con la palla che termina in corner. Nell’ultimo minuto di recupero. Pallone lungo nel cuore dell’area, colpo di testa di Lukaku che fa la sponda per l’inserimento di Lautaro. Uscita valanga di Ospina che con il corpo chiude lo specchio intercettando la conclusione e in due tempi con un balzo fa suo il pallone. Si chiude qui il match d’andata della semifinale di Coppa Italia, ed è il Napoli ad aggiudicarselo grazie ad una splendida rete di Fabian Ruiz arrivata nella ripresa.