Maistro e Jallow restituiscono il sorriso a Ventura

Finale pirotecnico all'Arechi, con i granata che in 4' mettono al tappeto l'Entella. Inutile il gol degli ospiti, che però nei minuti di recupero sfiorano il clamoroso pari

0
225

Salernitana (3-4-1-2): Micai; Karo, Migliorini, Pinto (40′ st Jaroszynski); Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Kiyine; Maistro (42′ st Odjer); Gondo (46′ st Djuric), Jallow. A disposizione: Vannucchi, Lopez, Cerci, Kalombo, Morrone. Allenatore: Ventura

Virtus Entella (3-5-2): Contini; Coppolaro, Poli, Chiosa (1′ st Crialese); Eramo, Nizzetto, Adorjan (40′ st Currarino), Schenetti, Sala; Mancosu, De Luca G. A disposizione: Borra, Valietti, Settembrini, Ardizzone, Morra, M. De Luca, Toscano, Bonini, Sernicola, Cicconi. Allenatore: Boscaglia

Arbitro: Federico Dionisi di L’Aquila (Di Gioia/Annaloro). IV uomo: Valerio Maranesi di Ciampino.

Reti: 35′ st Maistro (S), 39′ st Jallow (S), 44′ st Poli (E)

Ammoniti: Schenetti (E), Adorjan (E), Maistro (S), Crialese (E), Jallow (S).

Note: serata piovosa, terreno di gioco in buone condizioni. Presenti 5432 spettatori di cui 4 da Chiavari. Angoli: 7-4. Recupero: 1′ pt, 7′ st.

La Salernitana soffre, ma porta a casa una vittoria prestigiosa per il morale e la classifica. Dopo un primo tempo terminato in parità, nella ripresa in quattro minuti i granata piazzano un uno-due che potrebbe stendere anche un elefante, ma non l’Entella, che al 44′ con Poli di testa riapre il match. Dopo un finale thrilling, che ha visto Nizzetto due volte vicino al pari, scongiurato da uno strepitoso Micai, al triplice fischio la Salernitana certifica il successo e torna alla vittoria in casa che mancava dallo scorso 24 agosto. Tre punti che consentono ai granata di volare al terzo posto in condominio con Chievo Verona e Crotone, e di riportare il sereno dopo un mese di ottobre veramente negativo. Pronti via e subito un brivido per l’Arechi, che oggi fa registrare quasi il minimo storico di presenze, appena 5432 spettatori, di cui 3 arrivati da Chiavari. Retropassaggio di Migliorini per Micai che in difficoltà deve rifugiarsi in fallo laterale. Un minuto dopo è Kiyine che prova la conclusione, sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra. Contini, oggi 100 presenze dai professionisti, blocca senza troppi problemi. Ancora granata pericolosi al 10′ minuto con Akpa Akpro, che soffia il pallone a Nizzetto e lancia in verticale Gondo, fermato in sospetta posizione di offside dal direttore di gara. Akpa Akpro protagonista tre minuti dopo, dopo uno scambio con Lombardi sulla destra. L’ivoriano entra in area e al momento di calciare viene anticipato da una scivolata di Chiosa, che mette il pallone in corner. L’Entella si sveglia e al 21′ va vicinissima al gol. Regalo della mediana granata a De Luca, che serve Sala in verticale. Pallone rasoterra al centro, con Pinto che in scivolata anticipa provvidenzialmente Eramo, pronto ad appoggiare in rete al centro della porta. La Salernitana torna ad affacciarsi in avanti e al 24′ costruisce una nitida occasione da gol. Maistro al limite dell’area salta un avversario e libera il mancino, con la sfera che supera Contini, ma sbatte contro la base del palo. Poco dopo la mezz’ora i granata costruiscono una buona azione sull’asse Gondo – Jallow. L’attaccante ivoriano conquista un pallone apparentemente perso e trova lo scambio con il gambiano, che di tacco serve l’accorrente Di Tacchio. Conclusione potente del centrocampista che finisce in curva. I granata costringono l’Entella nella propria metà campo e Jallow prova a sorprendere Contini con un destro sul primo palo. Vola l’estremo difensore cresciuto nel Napoli a deviare in corner. Nell’ultimo minuto del tempo regolare, la Salernitana rischia di capitolare. Schenetti si libera con una spinta di Di Tacchio e fa partire il contropiede dei liguri. L’ex Cittadella accompagnato da De Luca e Mancosu, decide di servire il primo, che prova subito la conclusione con il destro. Micai vola a deviare e salva la sua porta. Dopo un minuto di recupero, arriva il fischio del direttore di gara, che manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0. Nella ripresa parte forte la Salernitana che dopo tre giri di lancette si rende pericolosa con Jallow, che al volo conclude con il destro. Contini blocca il pallone senza troppi problemi. Al 7′ è Kiyine da fuori. Conclusione deviata da un paio di difensori, che per poco non beffa Contini. Un minuto dopo la Salernitana colleziona il secondo palo del match. Lombardi va via sulla corsia di destra e dal fondo fa partire un tiro-cross rasoterra che colpisce la base esterna del palo finendo sul fondo, con Contini che controllava la traiettoria della sfera. Alla mezz’ora splendida giocata di Kiyine che va via ad un avversario con una ruleta, per poi provare la conclusione da distanza siderale che finisce quasi in fallo laterale. Cinque minuti dopo i granata conquistano un calcio di punizione dal limite per fallo di Crialese su Gondo. Sul pallone si presenta Maistro, che con una conclusione telecomandata supera la barriera e finisce sul primo palo della porta di Contini. Prima rete in serie B per il centrocampista cresciuto nella Fiorentina, lo scorso anno tra le fila del Rieti. Neanche il tempo di esultare che i granata trovano il raddoppio. E’ il 39′ quando Jallow fa tutto da solo e da circa trenta metri fa partire un bolide che finisce sotto l’incrocio dei pali. Quarto gol per l’attaccante, che si toglie la maglia per festeggiare e si becca anche il cartellino giallo. Neanche il tempo per esultare che l’Entella torna in partita. E’ il 44′ quando i liguri guadagnano un calcio d’angolo dalla destra. Palla al centro per la testa di Poli che batte Micai. Secondo gol consecutivo sempre di testa per il difensore, che la scorsa settimana aveva regalato il successo tra le mura amiche contro il Cosenza. Nei cinque minuti di recupero assegnati dal direttore di gara è un vero e proprio assedio da parte della formazione di Boscaglia, che al 47′ sfiora il pari. Frittata del duo Djuric – Migliorini che favorisce Nizzetto. Il numero dieci ligure si ritrova solo davanti a Micai, ma si fa ipnotizzare dall’estremo difensore granata, che si distende e blocca a terra il pallone. Micai ancora protagonista nell’ultima azione prima del triplice fischio, ancora su Nizzetto, che chiude la porta e regala il successo alla formazione granata.