Mediana, azzurri su Torreira e Lobotka

Il Napoli lavora sotto traccia per arrivare pronto alla riapertura del mercato invernale. Ancelotti, intanto, nel ritiro di Castel Volturno prepara la trasferta di Udine, tappa importante della stagione azzurra e del futuro del tecnico

0
228
Torreira, finito nel mirino del Napoli

L’obiettivo è in mediana. Il Napoli lavora sotto traccia per arrivare pronto alla riapertura del mercato invernale. Sono due i ruoli da coprire, la corsia sinistra in difesa e la mediana. Ma se il problema dell’esterno mancino non sembra essere di facile risoluzione, a centrocampo il Napoli ha già individuato un paio di profili che possono fare al caso suo. Si tratta di calciatori già trattati da Giuntoli, che poi ha preferito in estate dirottare l’attenzione su altri profili, anche rispetto alle indicazioni di Ancelotti che ha scelto di non avere in rosa un regista puro. Adesso, vista la grande difficoltà nel costruire gioco degli azzurri, si sta pensando di correre ai ripari andando a prendere un giocatore che possa dettare i tempi al centro della mediana. Ed ecco, quindi, tornare in auge il nome di Lucas Torreira dell’Arsenal e di Stanislav Lobotka del Celta Vigo. Il primo conosce già il nostro campionato per averlo disputato con la maglia della Sampdoria, l’altro invece è un pupillo di Giuntoli e da tempo ha avuto anche la benedizione dell’ex capitano azzurro Marek Hamsik. Il 23enne uruguaiano sta trovano poco spazio nei Gunners e quindi vedrebbe di buon occhio un ritorno nel campionato italiano, mentre l’altro rispetto a questa estate potrebbe arrivare con un sensibile sconto sulla clausola rescissoria. Più staccato resta invece Sander Berge centrocampista norvegese del Genk prossimo avversario in Champions League del Napoli. Il classe 98, nazionale norvegese, rappresenta un ottimo prospetto, ma Giuntoli ritiene la valutazione di 25 milioni di euro troppo elevata. Già questa estate il club partenopeo aveva fatto un sondaggio, quando il giocatore poteva essere preso a poco meno di 20 milioni di euro. L’ottima prima parte di stagione e le prestazioni convincenti in Champions League, hanno fatto lievitare il costo del cartellino del centrocampista, che è finito nel mirino di diversi club tra cui anche la Fiorentina. Intanto sul fronte squadra, Ancelotti nel ritiro di Castel Volturno prepara la trasferta di Udine, tappa importante della stagione azzurra e del futuro del tecnico emiliano. L’ennesimo risultato negativo, infatti, potrebbe aprire le porte all’esonero con la società che ha già sondato la disponibilità di tre tecnici, pronti ad indossare le vesti di traghettatori fino al termine della stagione. Gattuso, Prandelli e il fido Reja sono i nomi che la dirigenza azzurra ha contattato per capire la disponibilità ad accettare l’impegno a tempo. Tra i tre il più restio ad accettare un contratto di sei mesi resta Gattuso, che piace anche al presidente della Fiorentina, in caso di esonero di Montella. Sia Reja, attuale Ct dell’Albania che Prandelli, invece, accetterebbero la panchina a tempo, con il primo legato da un rapporto di stima e amicizia con il presidente De Laurentiis. Vedremo cosa accadrà sabato pomeriggio dopo il triplice fischio della gara con l’Udinese, e se la decisione di Ancelotti di portare tutti in ritiro avrà sortito l’effetto sperato.